Quotidiano Nazionale logo
21 feb 2022

Milano, rapine e aggressioni: il video che potrebbe incastrare la baby gang

Gli inquirenti confidano nelle immagini per risalire ai responsabili della banda che ha seminato il terrore nella notte tra sabato e domenica

nicola palma
Cronaca

Poco più di un minuto di video, con pezzi di filmati relativi a quattro aggressioni, per dare un volto e un nome ai componenti delle bande entrate in azione nella notte tra sabato e domenica in corso Como e dintorni. La sequenza è stata diffusa nel pomeriggio dai carabinieri del Comando provinciale di via Moscova, che stanno indagando su tutti gli episodi avvenuti nella zona della movida che ruota attorno a Porta Nuova. I primi frame si riferiscono al raid in via Fratelli Castiglioni, dove alle 3.25 un ventenne è stato ferito alla gamba da un fendente: nelle immagini si notano alcuni giovani (indicati con un cerchio rosso) che si allontanano dopo la coltellata, sferrata al termine di una rapidissima discussione per futili motivi. Tre minuti dopo, la scena si sposta in piazza Gae Aulenti, dove probabilmente lo stesso gruppo prende di mira un diciottenne, rapinato del cellulare. Un'ora dopo, eccoci in corso Como, dove un diciannovenne viene ferito al braccio; e alle 4.35 l'ultimo raid in viale Pasubio, dove un quindicenne di origine filippina viene colpito al gluteo durante una rapina commessa da una decina di ragazzi descritti come di origine nordafricana. L'obiettivo della divulgazione delle immagini è quello di raggiungere il maggior numero di persone possibile e provare a raccogliere elementi utili alle indagini: è evidente che i fotogrammi, ripresi da telecamere poste a distanza di diverse decine di metri dai luoghi delle aggressioni e per di più relativi a zone ad altissima frequentazione a quell'ora, non rimandino profili nitidi ma è possibile che qualcuno riconosca qualche indumento e magari riesca a collocare gli aggressori in altri punti (ad esempio in un bar della zona dotato di videosorveglianza interna). Da quanto emerso finora, solo i due blitz in rapida successione di piazza Gae Aulenti e via Fratelli Castiglioni vanno ricollegati a un'unica gang.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?