Quotidiano Nazionale logo
29 apr 2022

Viabilità chiave per una Milano più moderna

bruno
Cronaca

Bruno

Villois

La complessità dello scenario socio-economico italiano che potrebbe manifestarsi a causa dell’inflazione, che nel mese in corso potrebbe sfondare la soglia del 6% annuo, dovrebbe stimolare una ampia presa di coscienza da parte dell’intero sistema politico in modo da indirizzare la politica

industriale e commerciale verso indirizzi sostenibili e realizzabili, cosa peraltro prevista per il Pnrr. La Lombardia, e in particolare la “grande” Milano, dovrebbero come è successo in

passato, funzionare da modello e tradurre gli intenti programmatici in realtà cominciando da quelle

debolezze strutturali che, nonostante i miglioramenti attuati negli ultimi 30 anni, rappresentano un ritardo. Mi riferisco alla viabilità e trasporti e all’urbanistica a cominciare dalla A50, autostrada che ormai da decenni appare in molte parti inadeguata al traffico che ogni giorno la percorre e che dovrebbe disporre di aree di interconnessione, per riuscire a

rendere la logistica da e per milano di ben altro livello. Ammodernare e allargare i percorsi, integrandoli, attraverso la digitalizzazione, verso itinerari di accesso, uscita e attraversamento

parallelo alla città, in modo da rendere Milano ancora di più capitale europea. Il tema della viabilità interna alla città, nonostante l’ulteriore allungamento delle reti sotterranee di trasporto

persone,senza dimenticare l’infinità di anni che ci sono voluti per arrivare al suo ampliamento, appare comunque ancora incompleto e in molte direzioni carente. Investire verso questi obiettivi,

utilizzando le risorse comunitarie e farlo in tempi ristretti, magari anche inferiori a quelli concessi dalle regole attuative del Pnrr, oltre ad accrescere la qualità della vita in Milano, attiverebbe una miriade di aziende, e quindi di occupati di una tale dimensione da riuscire a

compensare il possibile rallentamento della ripresa economica e forse ad evitare una ipotizzabile recessione.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?