Via Demetrio Stratos (Newpress)
Via Demetrio Stratos (Newpress)

Milano, 13 giugno 2017 - A Milano esiste anche via Demetrio Stratos. Il Comune ha deciso di dedicare alla carismatica voce degli Area – uno dei più importanti gruppi progressive rock italiani assieme alla Pfm - la via più lunga del Parco CityLife, il nuovo quartiere che sorge nei pressi dell’ex polo fieristico, fra piazza Sei Febbraio e viale Eginardo. Era il 13 giugno 1979 quando Stratos, musicista di origine greche ma milanese di adozione, scomparve in seguito alle complicazioni di una rara forma di anemia. Aveva solo 34 anni e fu un cantante ma anche un polistrumentista e ricercatore musicale.

La cerimonia di intitolazione si è svolta alla presenza di un centinaio di persone compresi i compagni "superstiti" degli Area, come Patrizio Fariselli, Ares Tavolazzi e Paolo Tofani. Per dirla con le parole dell’assessore alla Cultura, Filippo Del Corno: "Stratos è stato la voce di un tempo, gli anni ’70, e di una città, Milano, capace di creare condizioni di assoluta fertilità per l’evoluzione del linguaggio musicale. Abbiamo pensato che questo fosse il luogo più giusto per rendere omaggio ad una figura che ci ha sempre invitato a guardare avanti: CityLife è un’area di trasformazione della città, proiettata verso il futuro, dove il segno dell’architettura contemporanea è molto evidente". Arnaldo Borghi, amministratore delegato di CityLife, ha spiegato che la nuova via "rappresenta un legame fra il passato e il futuro. Fra il Padiglione 3, che noi stiamo ristrutturando e dove c’è stata la prima edizione della Prima della Scala dopo la seconda guerra mondiale, e il nuovo asilo pubblico. Lì fra due settimane poseremo la prima pietra". "Sono grata e felice del riconoscimento - ha aggiunto Daniela Ronconi, la vedova dell’artista italo-greco - che esprime amore, amicizia e ammirazione".