Quotidiano Nazionale logo
12 ago 2017

La città dedica via a Pasternak e Tomasi di Lampedusa

Grandi scrittori italiani e stranieri omaggiati a Mialno. Davanti alla Fondazione Feltrinelli, ci sarà anche via Sibilla Aleramo

Sessant'anni fa muore a Roma, lontano da casa sua proprio come l'antenato protagonista del Gattopardo, don Giuseppe Tomasi, 12º Duca di Palma, 11º Principe di Lampedusa, Barone della Torretta, Grande di Spagna di prima Classe. Pochi mesi prima gli è stato diagnosticato un tumore ai polmoni. Se ne va via così Giuseppe Tomasi di Lampedusa. Non riuscirà a vedere pubblicato il suo capolavoro che infatti uscirà per Feltrinelli solo nel 1958 e l'anno dopo vincerà il Premio Strega
1957 - Muore il "papà" del Gattopardo

Milano, 12 agosto 2017 - Grandi scrittori per le strade della città. A Milano il viale e il largo antistante alla nuova sede della Fondazione Feltrinelli saranno intitolati a grandi autori stranieri e italiani che hanno consacrato la casa editrice nel panorama letterario mondiale, tra cui Pasternak e Tomasi di Lampedusa. La passeggiata sarà intitolata a Boris Pasternak, lo scrittore e poeta russo premio Nobel per la letteratura per Il Dottor Zivago, pubblicato nel 1957 in anteprima mondiale in Italia nonostante l'opposizione del KGB.

Per il largo antistante la Fondazione, è stato scelto il nome di Sibilla Aleramo, pseudonimo di Marta Felicina Faccio, la scrittrice e poetessa italiana, autrice del romanzo Una donna edito nel 1906. L'omaggio del Comune di Milano si estende alla piazza adiacente che sarà dedicata a Giuseppe Tomasi di Lampedusa, autore del celeberrimo Gattopardo, uno dei capolavori indiscussi della letteratura italiana, nonostante l'opera venne clamorosamente respinta da Mondadori ed Einaudi, per essere poi pubblicata postuma nel 1958 da Feltrinelli. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?