Milano, 5 aprile 2018 - Alle 6.30 di questa mattina, è scattato il blitz della polizia nello stabile di via Cavezzali 11, in zona via Padova, più volte finito sotto i riflettori per degrado e microcriminalità. Il dispositivo predisposto dalla Questura, su input del Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal prefetto Luciana Lamorgese, sta dando esecuzione agli  ordini di liberazione, emessi dall'autorità giudiziaria, degli appartamenti occupati abusivamente. Si sta procedendo al censimento degli abitanti delle unità abitative illegalmente occupate, provvedendo al loro allontanamento,  d'intesa con i proprietari dei locali che dovranno assicurare la loro messa in sicurezza. Sul posto polizia, carabinieri, polizia locale, Guardia di finanza e vigili del fuoco. Le forze dell'ordine hanno controllato un centinaio di appartamenti, abitati prevalentemente da nordafricani e africani. Il posto è noto come il "Fortino della droga". Sessanta le persone che saranno portate in Questura per i vari accertamenti.

Il questore di Milano Marcello Cardona ha parlato di una "situazione di degrado pazzesco, su un palazzo di 8 piani almeno 3-4 sono completamente abusivi, li chiuderemo, lastreremo gli appartamenti e la proprietà dovra' farsene carico". Riguardo alle condizioni di degrado dello stabile, Cardona ha commentato: "Finora ci sono stati sgomberi parziali e non come ora che diamo alle proprietà il loro titolo. Si è consentito che l'illegalità andasse avanti. Vogliamo consentire ai proprietari di prendersi le proprie proprietà e sistemarle".