Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
20 lug 2022

Il vaiolo delle scimmie accelera: in Lombardia casi quasi raddoppiati in 3 settimane

Censiti 185 infettati a lunedì, + 80% dal 28 giugno. Tre su quattro vivono nel Milanese. Sono tutti maschi, il 79% ha da 30 a 49 anni

20 lug 2022
giulia bonezzi
Cronaca
I test di laboratorio per individuare il vaiolo delle scimmie
I test di laboratorio per individuare il vaiolo delle scimmie
I test di laboratorio per individuare il vaiolo delle scimmie
I test di laboratorio per individuare il vaiolo delle scimmie

Milano - Lunedì scorso erano arrivati a 185 i casi di vaiolo delle scimmie contati in Lombardia dall’inizio della sorveglianza su questo virus, col primo contagiato scoperto all’ospedale Sacco il 24 maggio. L’ultimo report dell’assessorato regionale al Welfare certifica che le infezioni sono quasi raddoppiate (+80%) in tre settimane, dalle 103 che erano state censite al 28 giugno, durante il primo mese di monitoraggio. E dopo un primo “picco“ di casi registrato a metà giugno, ce n’è stato un altro intorno al primo weekend di luglio, con una trentina di contagiati scoperti tra sabato 2 e martedì 5. Per il resto , la casistica delle infezioni non è cambiata: i contagi “autoctoni“, cioè presumibilmente avvenuti in Italia, ormai doppiano (114 a 55, più 16 non definiti) quelli collegabili al "cluster estero", che prevalevano solo all’inizio, fino a fine maggio; i contagiati sono sempre praticamente tutti maschi (184 su 185, per uno le informazioni su sesso, età e residenza non erano ancora state segnalate al momento della rilevazione), e più di metà (97 persone) ha tra 30 e 39 anni. Aggiungendo i quarantenni (altri 50 contagiati) si sfiora l’80%, mentre i ventenni sono appena 19 (il 10%), i cinquantenni 16 (il 9%) e si sono aggiunti due sessantenni. Non è cambiata neppure la distribuzione geografica dei casi: il 73%, cioè quasi tre su quattro dei lombardi infettati dal monkeypox , sono residenti nell’Ats Metropolitana (e segnatamente nella provincia di Milano), che in tre settimane li ha visti raddoppiare, dai 63 censiti il 24 giugno a 135. Il nuovo report fornisce anche una ricognizione dei sintomi manifestati dai lombardi colpiti dal vaiolo delle scimmie, e il più diffuso è il rash cutaneo (cioè le vescicole il cui liquido ad altissima carica virale, attraverso il contatto con la pelle, con gli indumenti o ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?