Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
22 mag 2022

"Un sorriso per tutti gli anziani" Il regalo più bello dei bambini

Gli alunni della primaria di Bettola protagonisti dell’iniziativa multidisciplinare “Give a smile“. Scritte 122 letterine, 61 arrivate alla Rsa Sacro Cuore di Pianello del Lario e 61 in America con Love for the Elders

22 mag 2022
divaleria giacomello
Cronaca

di Valeria Giacomello

I sorrisi dei bambini della scuola primaria di Bettola sono entrati nelle case di riposo grazie al progetto "Give a smile", portato avanti dalle quarte classi delle sezioni A, B e C del comprensorio, guidate dalle maestre Emanuela Di Toma, Claudia D’Amore e Maria De Luca.

"Un giorno senza sorriso è un giorno perso", affermava Charlie Chaplin.

È proprio il sorriso il tema conduttore che ha accompagnato gli allievi dell’Istituto De André lungo tutto l’anno scolastico e che è stato declinato nelle forme più svariate.

"Abbiamo chiesto ai nostri bambini – hanno raccontato le insegnanti – a chi secondo loro Fabrizio De André, a cui la scuola è intitolata, avrebbe voluto dedicare un sorriso. Hanno pensato subito ai loro nonni e a tutti gli anziani colpiti duramente nei loro affetti dalla pandemia. Ci siamo ispirati alla figura del Pescatore: come lui, gli anziani sono assopiti all’ombra dell’ultimo sole della loro esistenza, sono stanchi ma ancora capaci di donare e ricevere". Così per mesi i giovani studenti si sono impegnati a scrivere e decorare delle lettere e creare le buste.

Il 10 maggio scorso, grazie alla collaborazione di una mamma impiegata presso l’ufficio postale di Peschiera, le lettere sono state consegnate a un postino giunto appositamente per raccogliere le preziose missive. Ben 122 letterine, di cui 61 sono arrivate alla Rsa del Sacro Cuore di Pianello del Lario in provincia di Como e 61 in America, attraverso la collaborazione con l’associazione "Love for the Elders", sparse fra Usa, Canada e Messico. Un vero e proprio lavoro multidisciplinare, che ha previsto non solo la capacità di scrivere e di disegnare ma anche di utilizzare l’Inglese per le lettere destinate all’America, la manualità necessaria per costruire le buste e la conoscenza della geografia, in quanto tutte le località in cui le lettere sono state spedite sono state accuratamente appuntate su una carta del Mercatore gigante.

A distanza di una settimana gli ospiti della Rsa di Pianello hanno ricevuto le lettere e ne sono rimasti talmente colpiti da chiedere di poter conoscere i giovani autori. "Abbiamo accolto con gioia il loro desiderio – ha spiegato la preside Daniela Spanò – e così le insegnanti hanno organizzato con le educatrici della casa di riposo un incontro video su Zoom per permettere alle due generazioni un abbraccio virtuale.

I bambini si sono esibiti cantando "Il Pescatore" e i nonnini hanno elargito i loro consigli che sono stati accolti con grande serietà. Sono stati momenti di grande commozione".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?