Milano, 19 giugno - Ha ucciso il fratello di 47 anni, Vincenzo Ciconte, davanti alla madre al culmine di una lite probabilmente scoppiata per motivi economici. L'omicidio, secondo le prime informazioni, è avvenuto alle 3.30 di stanotte nello stabile d'angolo tra viale Aretusa e via Civitali, in zona San Siro. L'uomo di 43 anni avrebbe colpito il fratello maggiore nel corso di una violenta colluttazione all'interno della loro abitazione; anche lui è rimasto gravemente ferito, tanto da essere a sua volta trasportato in codice rosso al Policlinico.

false

Le indagini

Sul posto sono subito intervenuti gli agenti delle Volanti, seguiti dai colleghi della Scientifica e della Squadra mobile, che stanno indagando per ricostruire la dinamica e il contesto familiare all'interno del quale è maturato il delitto. Secondo una prima ricostruzione, dietro l'aggressione ci sarebbe una questione di soldi. Il presunto assassino, che risulta pregiudicato come il fratello ucciso, è piantonato in ospedale dalla polizia.

L'aggressione

Tutto sarebbe nato perché la vittima avrebbe fatto un'insistente richiesta di soldi alla madre. Da lì sarebbe stata scattata la violenta colluttazione che ha portato alla morte di Vincenzo e al grave ferimento del fratello Francesco. Gli investigatori della Omicidi della Squadra mobile, guidati dal dirigente Marco Calì e dal vice Alessandro Carmeli, stanno indagando per ricostruire l'esatta dinamica. Entrambi risultano avere precedenti.