Carabinieri al posto di blocco
Carabinieri al posto di blocco

Sesto San Giovanni (Milano), 3 dicembre 2018 - Poteva essere una strage. Per fortuna, quattro pedoni, investiti in via Granelli, se la caveranno con pochi giorni di prognosi. A urtarli, una Renault Twingo, guidata da un peruviano ubriaco. A fermarlo sono stati dei passanti, timorosi che il conducente potesse scappare come aveva fatto pochi istanti prima il passeggero che aveva a bordo. L’incidente all'alba di domenica 2 dicembre in zona Carroponte, tra Sesto e Milano.

Quattro ventenni, originari dell’Equador e del Perù, stavano camminando sulle strisce pedonali, quando sono stati investiti da un’auto. Sulla Twingo c’era un altro peruviano di 21 anni, regolare, residente a Limbiate e incensurato. Il suo compagno di viaggio, subito dopo l’urto, ha aperto la portiera ed è scappato, scomparendo nelle vie limitrofe.

I carabinieri di Sesto, che indagano sull’accaduto, ipotizzano che potesse essere irregolare sul territorio italiano. A fermare il conducente ci hanno pensato dei passanti, che avevano assistito alla scena. Non appena il 21enne è sceso dalla vettura, per paura che scappasse anche lui, lo hanno bloccato. Sul posto sono subito arrivate diverse ambulanze, che hanno smistato i pedoni investiti, residenti tra Cologno e Baranzate, negli ospedali Bassini di Cinisello, Niguarda e San Raffaele di Milano. I quattro sono stati tutti ricoverati in codice giallo: due sono stati dimessi già ieri con pochi giorni di prognosi, mentre gli altri rimangono sotto osservazione, anche se sono fuori pericolo.

Il conducente peruviano è stato denunciato a piede libero dai carabinieri con le accuse di guida in stato di ebbrezza e lesioni. I controlli, effettuati con l’etilometro, hanno permesso di verificare che fosse del tutto ubriaco, con una concentrazione di alcol nel sangue di 2 grammi per litro, quattro volte oltre il limite consentito. La Twingo è stata sequestrata.