Un cellulare
Un cellulare

Milano, 3 agosto 2020 - «Oroscopo Mega è un servizio editoriale di natura on demand, è un servizio su richiesta riservato ai maggiorenni". Garanzie messe nero su bianco sulla pagina web. Peccato che gli utenti vengano iscritti a loro insaputa, utilizzando lo smartphone per navigare su internet, attraverso banner “trappola“ senza neanche bisogno di un clic. E, quando se ne accorgono, hanno già pagato per un servizio non richiesto e non voluto. "Il costo per i clienti Tim, Vodafone, Wind 3 è pari a 2.44 euro per singolo sms ricevuto", avverte Oroscopo Mega, che - almeno secondo quanto viene riportato sul sito - fa capo alla società Delta Mobile Ltd, con sede a Londra, alla quale sono riconducibili alcuni servizi analoghi, come “Atuttoscoop“.

È solo una delle centinaia di società che continuano a operare - e a succhiare soldi agli utenti delle compagnie telefoniche - nonostante la recente indagine delle Procura di Milano che ha acceso i riflettori sulla maxi-frode informatica da decine di milioni di euro in corso da anni. Indagini che riguardano anche tre ex dirigenti di Wind e con accertamenti anche su Vodafone e Tim, giganti della telefonia mobile che non avrebbero fatto nulla per bloccare il business. "Da quando è emersa l’inchiesta non è cambiato niente ma ce lo aspettavamo", spiega Carmelo Benenti, presidente di Federconsumatori Milano. "Sono anni che facciamo segnalazioni su questo fenomeno – prosegue – ma si sono decisi a indagare quando è stato colpito il capo della Procura". Anche il procuratore di Milano, Francesco Greco, è stato infatti vittima di una frode. Le segnalazioni sono solo la punta dell’iceberg, perché la stragrande maggioranza degli utenti - visto che si tratta di pochi euro - dopo aver disattivato il servizio non sporgono denuncia. E le società, euro dopo euro, accumulano milioni.

«Serve un intervento più deciso dell’Agcom – prosegue Benenti - e una assunzione di responsabilità delle compagnie telefoniche, che avrebbero il potere e i mezzi per bloccare queste attività". Gli utenti vengono infatti agganciati navigando su internet, con banner “trappola“, e senza rendersene conto si trovano a dover pagare per servizi aggiuntivi non richiesti: dagli oroscopi alle previsioni del tempo, da news e risultati di gare sportive alle suonerie. Tornando a Oroscopo Mega, il service mette le cose in chiaro: "L’addebito verrà effettuato sull’utenza telefonica del cliente. Il cliente acconsente che questo gli sia prestato immediatamente". E così i soldi, in un istante, spariscono dal conto, in cambio di un sms.