Il treno deragliato a Pioltello il 25 gennaio

Milano, 25 maggio 2018 - Continuano anche domani gli accertamenti irripetibili, ossia alla presenza anche dei consulenti di indagati e persone offese, sui carrelli e sulle ruote del terzo vagone del treno 10452 che lo scorso 25 gennaio è deragliato nei pressi della stazione di Pioltello, nel Milanese, causando tre morti e cinquanta feriti. La terza carrozza fu la prima ad uscire dai binari ed è quella su cui viaggiavano le tre vittime. Da quanto si è appreso oggi sono stati effettuati ulteriori rilievi con la tecnica che consente di avere immagini tridimensionali e una serie di misurazioni sul carrello richieste dai consulenti delle difese.

Le verifiche puntano ad accertare se le ruote fossero o meno "ovalizzate", ossia usurate. Nell'inchiesta della Procura di Milano per disastro ferroviario colposo e altri reati sono indagati due manager e quattro tecnici di Rfi e due manager di Trenord, oltre alle due società, mentre una cinquantina in totale sono le persone offese che hanno subito lesioni.