Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
3 dic 2020

Trasporti, scatta il piano. E parte dagli studenti

Tra il 14 e il 18 dicembre caricheranno i dati su classe e percorso casa-scuola. Servizio rimodulato per la ripartenza, ma la quota di “Dad” è destinata a salire

3 dic 2020
simona ballatore e giambattista anastasio
Cronaca
Lezioni “a distanza” sotto la neve davanti ai cancelli del liceo Severi
Lezioni “a distanza” sotto la neve davanti ai cancelli del liceo Severi
Lezioni “a distanza” sotto la neve davanti ai cancelli del liceo Severi
Lezioni “a distanza” sotto la neve davanti ai cancelli del liceo Severi

di Simona Ballatore e Giambattista Anastasio Scatta il piano di programmazione condivisa tra Città Metropolitana, presidi e Agenzia del trasporto pubblico locale per la riapertura delle superiori: ieri è stato presentato alle scuole dell’hinterland, domani sarà al centro del confronto con i dirigenti scolastici di Milano. "E il 9 dicembre lo presenteremo anche ai rappresenti degli studenti, da Uds a StudentiPresenti, perché saranno al centro del progetto: chiediamo la collaborazione di tutte le parti in campo", spiega Beatrice Uguccioni, consigliera delegata ai Trasporti per Città Metropolitana. Tra il 14 e il 18 dicembre i 111.879 studenti delle superiori della provincia di Milano potranno accedere alla piattaforma online sulla quale indicheranno classe, partenza e destinazione. Che saranno intrecciati con i dati forniti dalle scuole sugli orari di ingresso e uscita e con lo “storico“ dei pendolari. "In questo modo si analizzeranno le criticità e si capirà come intervenire per garantire i posti sui mezzi agli studenti e migliorare il servizio", sottolinea Uguccioni. Sono 61.134 gli studenti che frequentano le scuole di Milano città, tra questi 22.505 abitano in altri comuni. I compagni delle scuole dell’hinterland sono 50.745 fra i quali 2.771 residenti a Milano. Sarà ricalcolata anche la quota di didattica a distanza prevista. Se alla riapertura delle scuole a settembre era rimasto collegato da remoto circa il 27% dei ragazzi, a rotazione, si prevede un ritorno a scuola sì, ma con un aumento della quota di “Dad”. La piattaforma permetterà anche di individuare “gruppi-studenti bus”, sulla falsariga del “gruppo classe”, migliorando il tracciamento in caso di contagi. Sempre incrociando i dati, l’Agenzia definirà la sequenza dei mezzi da utilizzare, programmerà il servizio e comunicherà allo studente l’itinerario a disposizione. Si potranno segnalare i disservizi in modo da poter intervenire in corsa. Sotto la lente anche una rimodulazione degli orari di ingresso delle scuole. ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?