Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
24 giu 2022

Maturità 2022: tra tacito e database, debutta la prova interna

La dirigente Celada: l’esame post 2022 dovrà tenere conto dei percorsi diversi

24 giu 2022
simona ballatore
Cronaca
L’apertura delle buste al liceo classico Omero
L’apertura delle buste al liceo classico Omero
L’apertura delle buste al liceo classico Omero
L’apertura delle buste al liceo classico Omero

di Simona Ballatore Tre le buste: Petronio, Tacito e Seneca. Incrociano le dita gli studenti del liceo classico Omero, i primi ad avere aperto e chiuso il loro percorso scolastico nelle aule del Russell di Niguarda: "Va bene tutto, ma Tacito no". E invece eccolo lì in agguato, con l’“Agricola“. "Come si fa a passare dal maxi-orale dell’anno scorso a prima e seconda prova con Tacito?", scuotono la testa Giulia e Maxime che si sono fatti forza. "Le sei ore a disposizione le abbiamo utilizzate quasi tutte – racconta Elena –. Di solito per tradurre ne abbiamo due, nelle simulazioni quattro. Non eravamo abituati. Al tema eravamo tutti pronti, può essere un’opportunità per riuscire a esprimere nero su bianco i nostri pensieri. Ma la seconda ci ha colto di sorpresa". Latino e greco in Dad, con le traduzioni a portata di clic e senza la pratica in classe, sono stati difficili per tutti: la sentenza dei classicisti, che chiudono il vocabolario e guardano fiduciosi all’orale. "Il fatto che la seconda prova sia preparata dai docenti è però positivo – sottolinea il presidente della commissione, Giorgio Galanti, preside del Tito Livio –: si tiene conto di quanto è stato fatto durante l’anno e non è un terno al lotto come nella prova di Stato. Vero è che si nota, in generale, la difficoltà nella traduzione. E questo già prima della pandemia. Bisogna riflettere sulla scelta di investire o meno tutte le energie sulla traduzione: o si intensifica la metodologia di insegnamento o si studiano altre strategie didattiche. Non ha senso una prova avulsa dall’esperienza fatta durante l’anno". La seconda era la prova più temuta anche allo scientifico: "Ma tra derivate e problemi è stata fattibile e anche più semplice rispetto alle simulazioni", tira le somme Mattia, col volto disteso e già proiettato ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?