Matteo Fronduti (La Presse)

Milano, 3 novembre  2016 - E' Matteo Fronduti il trionfatore della finale tutta milanese di "Top Chef Italia". Lo chef meneghino ha battuto in una sfida all'ultimo manicaretto il rivale, l'altro Matteo dello show (anche lui milanese), Matteo Torretta. Fronduti ha conquistato la giuria con i suoi piatti ricchi di personalità e immediatamente riconoscibili. Piatto forte del menù vincente l'antipasto a base di zucca e un secondo dai sapori forti. La sfida si è decisa al fotofinish perché anche Torretta ha calato i suoi assi: un risotto perfetto ("Sui risotti è il numero uno", ha commentato la giuria) e un dessert fresco e sorprendente. 

Il vincitore, Matteo Fronduti, ha iniziato a cucinare per divertimento: da adolescente, quando restava a casa da solo, preparava cene per i suoi amici del liceo. Con gli anni ha capito che questa sua passione poteva trasformarsi in vera professione, e si è avvicinato alla ristorazione. Matteo viene dalla periferia di Milano, dove ha scelto di aprire il suo locale, il Ristorante Manna, che si colloca fuori dai circuiti classici. Si definisce un concorrente "fottutamente competitivo" ed è un cultore delle materie prime, perché convinto che anche gli elementi base, se trattati al modo giusto, possono diventare un grande piatto. La giuria è rimasta colpita dalla vitalità dei suoi piatti, dalla forte personalità espressa nella cucina e lo ha incoronato primo "Top Chef d'Italia"

Il secondo posto è andato a Torretta. Dopo la scuola alberghiera, la curiosità hanno spinto Matteo Torretta spinto a mettersi in gioco: ha iniziato a girare l'Europa, poi è tornato in Italia e, a soli 27 anni, lavora con i più grandi chef (Marchesi, Cannavacciuolo, Cracco). Ora è lo chef del ristorante Asola nella sua Milano, presso The Brian&Barry Building. La persona più importante della sua vita è la moglie Cinthia, con cui da 11 anni condivide tutto, sia la vita lavorativa sia quella privata. Sul terzo gradino del podio, Maria Amalia Anedda, nata e cresciuta a Parma. 

Il verdetto è stato emesso dalla giuria televisiva più stellata di sempre: Mauro Colagreco (2*), italo-argentino impetuoso e risoluto; Moreno Cedroni (2*), guru avanguardista e rivoluzionario della cucina di pesce; Giuliano Baldessari (1*), giovane talento emergente della cucina italiana; Annie Féolde (3*), madrina del gruppo e prima donna in Italia ad aver conquistato le tre stelle Michelin, moglie del patron di Enoteca Pinchiorri di Firenze. Il vincitore si è aggiudicato il premio finale di 50mila  euro.