Tassisti in bermuda, fioccano le multe
Tassisti in bermuda, fioccano le multe

Milano, 8 agosto 2018 - Caldo e afa? A Milano è comunque vietato guidare in bermuda per i tassisti anche quando la temperatura sfiora i 40 gradi. Sono già una ventina, da quando l'estate e' entrata nel vivo, le multe staccate dalla Polizia Locale nei confronti dei conduttori di auto pubbliche che hanno infranto il regolamento regionale approvato nel 2016 che all'articolo 44 vieta "ai conducenti di autovetture in servizio di indossare canottiere, pantaloni corti, ciabatte o tute da ginnastica". La sanzione non e' lieve: 110 euro piu' un richiamo formale che finisce in commissione disciplinare col rischio di una sospensione temporanea della licenza in caso di reiterate gambe scoperte.

"La prima cosa che vede chi arriva in citta' - commenta Emilio Boccalini di Taxi Blu - e' un taxi. Ci vogliono decoro e buon senso. Giusto il regolamento e giusto che vengano fatte rispettare le regole anche se personalmente ritengo che una cosa sia indossare un paio di bermuda al ginocchio, altra cosa sia un pantaloncino ginnico e un abbigliamento indecoroso".