Suor Laura Mainetti sarà beata
Suor Laura Mainetti sarà beata

Milano, 21 giugno 2020 - L’aspettavano da tempo, ma l’attesa non attenua la commozione nelle parole dei nipoti Stefano e Marcellina Mainetti, figli di Giovanni, uno dei fratelli di suor Maria Laura. Vivono a Milano. "Sono trascorsi molti anni dalla scomparsa della nostra amata zia Lauretta. Il vuoto da lei lasciato nella nostra famiglia è a tutt’oggi incolmabile. Il ricordo di lei è ancora vivo nei nostri cuori. Una persona accogliente, devota, si è dedicata al prossimo senza riserve. Ha lasciato un segno indelebile nella vita di tutti coloro che l’hanno conosciuta. Il processo di beatificazione non può che rendere omaggio alla sua eroicità. Suor Laura avrà certamente perdonato coloro che per “gioco“ o per “noia“ hanno compiuto quell’atroce gesto. Ci uniamo alle preghiere e ai ricordi di quanti l’hanno amata".

Milena, una delle tre ragazze di Chiavenna, è stata a lungo ospite delle comunità Exodus nel Veronese, a Grezzana e a Vago. "Con Milena - dice don Antonio Mazzi, fondatore di Exodus - non abbiamo mai affrontato fino in fondo il fatto, nella sua crudezza e nella sua realtà. Ci siamo andati abbastanza vicini. Poi mi sembrava che andare oltre fosse come una violenza. Ci siano fermati sulla soglia. Milena è sempre stata molto attiva nelle comunità. Ha assolto con molta attenzione alle responsabilità che le sono state affidate. Ha partecipato a tutte le attività. Non si è mai dichiarata credente e nemmeno il contrario. Non ha voluto fare testimonianza per la suora, però ha cambiato radicalmente la sua vita e con le azioni ha dimostrato chiaramente di essere pentita e di avere compreso che aveva commesso un grande errore. Oggi ha la sua vita e una sua attività".