Stramilano 2016
Stramilano 2016

Milano, 23 marzo 2019 - Pantaloncini, maglietta, e scarpe da ginnastica. Ma anche cielo azzurro e tanto sole. Ecco come sarà Milano, domani mattina, domenica 24 marzo, per la Stramilano 2019. Sì, perché ormai è questione di ore all'appuntamento sportivo-solidale più atteso dell'anno dalla città. E così, oggi, ultimi allenamenti preparatori per essere in piena forma ai nastri di partenza delle tre corse. In 48 anni di storia è record assoluto di iscritti: oltre sessantamila. Un esercito che partirà scaglionato, gli amatori da piazza del Duomo – alle 9 i podisti della 10 chilometri, alle 10 i ragazzi della Stramilanina – e la mezza maratona alle 10.30 da piazza del Cannone.

STRAMILANINA e STRAMILANO- Si parte con la Stramilano di 10 Km, alle 9 da Piazza Duomo. La Stramilanina di 5 Km partirà alle 9.30 sempre da Piazza Duomo. Per entrambe le corse l’arrivo è all’Arena Civica. Alle 10.30 sarà la volta della Stramilano half marathon, con partenza e arrivo in piazza Castello. Alla linea di partenza del tracciato di 21,097 km sono attesi atleti italiani e internazionali e migliaia di appassionati maratoneti. Il percorso è aperto a tutti, senza nessuna limitazione. La manifestazione potrebbe creare qualche disagio al traffico, perché saranno chiuse alcune strade e, di conseguenza, modificata la viabilità in città. Anche i percorsi dei bus e dei tram subiranno variazioni tra le 6 e le 13.30 e la fermata Duomo del metrò resterà chiusa fino alla fine della manifestazione.

 

 

 

 

HALF MARATHON - L’appuntamento con la Stramilano Half Marathon è alle 10.30 in piazza Castello, punto di partenza del tracciato di 21,097 km lungo il quale gareggeranno atleti italiani e internazionali.  Anche quest’anno l’obiettivo è di battere il record della manifestazione, i 59’12’’ registrato nel 2016 dal keniota James Mwanj Wangari e superato a livello mondiale solo nel 2005 . La gara è aperta a tutti i tesserati Fidal e Enti di promozione sportiva e run card: i partecipanti correranno lungo i viali della circonvallazione e taglieranno il traguardo in Piazza Castello. A fare da supporto ai runners lungo tutto il tragitto, anche quest’anno, in collaborazione con Training Consultant, saranno presenti gli assistenti di gara, i pacer per le diverse andature, riconoscibili da palloncini colorati e dalla divisa Asics, sponsor tecnico della manifestazione. L’edizione numero 44 della Stramilano Half Marathon vede tra i favoriti  Frederick Moranga, vincitore della Stramilano 2017, il keniota Jairus Birch specialista dei 3000 siepi che ha scelto la Stramilano per esordire sulla distanza della mezza maratona. Sul fronte azzurro il nome più rappresentativo è quello del giovanissimo Lorenzo Dini, classe 1995, vice campione europeo under 20 sui 10.000m nel 2013, attualmente allenato da Stefano Baldini.  In campo femminile, riflettori puntati su Lucy Wambui Murigi, già vincitrice della Stramilano nel 2014 in 1h10’52’’, campionessa in carica di corsa in montagna 2018, e su Priscah Jeptoo, argento in maratona sia ai Mondiali di Daegu che ai Giochi Olimpici di Londra 2012. Tra le italiane occhi puntati su Elena Romagnolo, ex azzurra, olimpionica nel 2008 e nel 2012, nonché finalista Mondiale ed Europea. Trionfatore dell’edizione 2018 della Stramilano Half Marathon è stato il keniota Felix Kibitok con l’eccellente tempo di 1h00’11”, arrivato al traguardo davanti all’atleta eritreo allenato dall’ex atleta azzurro Ruggero Pertile Shumay Solomon (1h00’40”) e Paul Mwangi (1h00’42”). Nel 2018, sul gradino più alto del podio femminile è salita Sutuma Kebede che ha tagliato il traguardo dopo 1h07’54”, mentre il secondo e il terzo posto sono andati, rispettivamente, a Ruth Karanja (1h10’15”) e Pauline Esikon (1h12’37”). Ai nastri di partenza della Half Marathon ci saranno anche il sindaco Beppe Sala e Attilio Fontana, presidente della Regione che schiera una squadra di 100 dipendenti con la maglietta “La Lombardia che corre”. S