Milano, 13 marzo 2018 - E' pronta a tornare con la 47ma edizione la corsa più amata dai milanesi, un appuntamento fisso per amatori, professionisti e famiglie: la Stramilano, che lo scorso anno ha portato a correre 60mila persone per il tragitto da 10 chilometri. L'appuntamnto è per domenica 25 marzo con tre grandi eventi: Stramilano 10 Km, Stramilanina 5 Km e Stramilano Half Marathon.

I primi a partire, alle 9da Piazza Duomo, saranno i partecipanti alla Stramilano 10 Km, la maratona non competitiva dove corridori di ogni età e livello percorreranno le vie più caratteristiche della città fino all’Arena Civica “Gianni Brera”. Alle 10, sempre da Piazza Duomo, partirà invece la Stramilanina, dove i protagonisti saranno i più piccoli. I mini atleti e i loro accompagnatori attraverseranno il centro storico di Milano per 5 Km, conquistando il pubblico con la loro tenerezza e simpatia. L’arrivo è fissato per tutti all’Arena Civica, dove grandi e piccoli, potranno riprendersi dalle fatiche della corsa e godere di momenti di relax, divertimento. Infine, alle 10.30 sarà la volta della Stramilano Half Marathon con partenza e arrivo in Piazza Castello. Migliaia di atleti professionisti e appassionati maratoneti si metteranno alla prova correndo a ritmo serrato sulla classica distanza di 21,097 Km.

La Stramilano numero 47 non è solo occasione di sport e divertimento, ma anche di socializzazione, aggregazione e solidarietà sostenendo da sempre diverse associazioni, fra cui: Abio, assistenza ai bambini ospedalizzati; Associazione Aiuto ai Giovani Diabetici, aiuto  ai genitori di figli con diabete; Africa&SportIl centro clinico Nemo, patologie neuromuscolari, Disabili No Limits, l’associazione fondata dall’atleta paralimpica Giusy Versace, Dutur Claun, clown terapia, Fabula, assistenza ai bambini autistici; Le Gocce, associazione che si occupa di aiutare bambini diversamente abili; Faraja House, che si dedica ai ragazzi di strada in Tanzania e City Angels, gli angeli della strada che aiutano senzatetto e cittadini bisognosi.

All’evento prenderà parte anche l’Esercito Italiano con un migliaio di atleti militari provenienti non solo dalla Lombardia, ma da tutta Italia. Cinque carabinieri della squadra sportiva Paracadutisti di Livorno si lanceranno da un AB412 del nucleo elicotteri di Volpiano, per atterrare al centro dell’arena civica. Ad assicurare il successo della manifestazione sarà, come sempre, il Comitato Organizzatore, che opera con il patrocinio di Regione Lombardia, Comune di Milano, della IAAF, della Fidal e del CONI e con il supporto di Banco BPM, Asics, BMW, Parmigiano Reggiano, Matt.Spazio anche agli atleti con disabilità, come Constantin Bostan, ragazzo moldavo che ha subito un'amputazione della gamba e che correrà la mezza maratona grazie alla Onlus Disabili No Limits, fondata dall'atleta paralimpica Giusy Versace, che gli ha donato un arto artificiale adatto all'attività sportiva. La stessa Giusy Versace è stata madrina della manifestazione e quest'anno lascia il testimone alla showgirl Justine Mattera. "A differenza di altre manifestazioni sportive nella Stramilano ognuno si sente protagonista", ha commentato il presidente del Coni Lombardia, Oreste Perri.

Per questa edizione sono state messe in campo misure di sicurezza "importanti", come ha spiegato l'assessore allo Sport del Comune di Milano, Roberta Guaineri, "per questo facciamo un appello agli atleti a presentarsi in anticipo sulla partenza delle 9 perché le procedure possano avvenire nel migliore dei modi". Piazza del Duomo, partenza della 5 e 10 km, sarà transennata con sette varchi di accesso dove i partecipanti saranno controllati con i metal detector, come hanno spiegato gli organizzatori a margine della conferenza stampa a Palazzo Marino. Inoltre la società Manpower controllerà i punti considerati critici del percorso con circa 100-150 steward. Misure di sicurezza previste anche per la competizione agonistica.