Quotidiano Nazionale logo
23 mar 2022

Sgomberata Casa Brancaleone I cittadini: "Continuare a vigilare"

Il palazzo era stato occupato dal collettivo a fine 2019. Il comitato teme intrusioni. in altri stabili abbandonati

Sgomberato il palazzo di via Breda 54, tra le zone di Precotto e Villa San Giovanni, occupato dal collettivo Casa Brancaleone a novembre del 2019. L’intervento di polizia e carabinieri è scattato poco dopo le 6 di ieri: nello stabile c’erano undici persone, che saranno denunciate, e tre cani. Eseguito il sequestro preventivo disposto dal Tribunale di Milano dopo la denuncia della proprietà, una società alla quale l’immobile sarà riconsegnato. Non ci sono state tensioni. Soddisfatti i cittadini del comitato di Villa San Giovanni, che da più di 2 anni chiedevano lo sgombero: "Siamo sollevati perché la situazione di irregolarità si era estesa anche a una ex fabbrica di fianco, teatro di concerti abusivi e vendita di alcolici. Chiediamo di non abbassare la guardia: le preoccupazione resta perché ci sono altri stabili abbandonati nella zona e non vorremmo diventassero la meta di nuove intrusioni indesiderate". Per gli anarchici di Brancaleone, quello di ieri è l’ennesimo sgombero: a gennaio del 2020 erano stati allontanati anche dal complesso di piazza Alfieri alla Bovisa.

Prima ancora, il 31 maggio 2017, da via Gadames 8, vicino a viale Certosa. Aveva destato scalpore, durante quell’occupazione, la comparsa di una “madonnina imbavagliata“ su un balcone. Dopo lo sgombero da via Gadames, gli antagonisti avevano invaso un altro edificio in via Repubblica di San Marino, zona Stephenson. Samuele Piscina, consigliere comunale (Lega), commenta: "Non bisogna fermarsi. Persistono nel Municipio 2 le occupazioni degli storici Leoncavallo e T28 e in questi ultimi anni sono stati occupati abusivamente gli immobili di via Iglesias, dal collettivo Noi ci siamo, via Edolo, dal collettivo Lambretta, via Esterle, sempre dal comitato Noi ci siamo, e dei bastioni di Porta Venezia".

M.V.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?