LAURA LANA
Cronaca

Sesto, l'ascensore della scuola non funziona: bloccato da una nutria morta che è lì da mesi

ll Comune annuncia un intervento urgente ma parla di una prima operazione effettuata a maggio, per togliere un topo dallo stesso vano

La scuola Luini di Sesto
La scuola Luini di Sesto

Sesto San Giovanni (Milano), 19 settembre 2023 - “Da cinque mesi l’ascensore non funziona e solo in questi giorni abbiamo scoperto il motivo: c’è la carcassa di una nutria incastrata”.

Sembra una barzelletta e invece succede alla scuola Luini di via Mincio, nella periferia di Sesto San Giovanni. “Quest’anno ci sono dei bambini disabili nell’istituto. Quell’ascensore è fondamentale – spiegano le mamme -. Da quando abbiamo iniziato a segnalare e a chiedere un intervento, abbiamo assistito a un rimbalzo di responsabilità tra diversi enti e soggetti: non sappiamo materialmente chi dovrebbe portare via il cadavere di quell’animale, ma che qualcuno lo faccia”.

Ieri, lunedì 18 settembre, i genitori hanno inviato l’ennesima richiesta, che è stata girata all’Ufficio Manutenzione Stabili del Comune. La situazione ci sembra imbarazzante. Restare tutti questi mesi senza ascensore, il fatto che non sia un guasto o un componente che non si trova e deve arrivare dal fornitore, ma dipenda tutto da una nutria. Il fatto che non sappiamo neanche se sia igienico avere un animale morto, in decomposizione, all’interno del vano o tra gli ingranaggi in una scuola dove ci sono bambini piccoli”. La risposta che il Comune ha dato ai genitori svelerebbe un doppio episodio, sempre nello stesso ascensore della stessa scuola. “Ci è stato detto che a maggio è già stato effettuato un intervento di derattizzazione con una pulizia mirata per rimuovere la carcassa di un topo dalla cabina tecnica – raccontano le mamme -. Stando a questa ricostruzione, 4 mesi fa era entrato un topo e ora una nutria. Peccato che l’ascensore non abbia mai ripreso a funzionare in questi 5 mesi, che nessuno ci abbia dato comunicazione dell’intervento di maggio e che neanche durante la pausa estiva sia stato sistemato”.

I genitori della scuola Luini sono preoccupati e anche stanchi. La dirigente scolastica ha segnalato più volte alla ditta responsabile degli ascensori, alla ditta che si occupa delle disinfestazioni, all’Ats (che è effettivamente uscita per un sopralluogo), all’ufficio tecnico del municipio. Il Comune annuncia un nuovo intervento. “Nessuno si prende carico di questa carcassa, in un ambiente dove crescono i nostri figli – concludono i genitori -. Siamo una scuola di periferia che ciclicamente vive situazioni di disagio per studenti e personale. Lo scorso anno abbiamo dovuto chiamare decine di volte il Comune perché i caloriferi non funzionavano e abbiamo avuto diverse infiltrazioni dopo i forti temporali”.