Il sindaco di Senago, Lucio Fois
Il sindaco di Senago, Lucio Fois

Senago, 28 luglio 2014 - La vasca di laminazione non sarebbe sufficiente a governare tutta l'acqua portata dalle esondazioni del Seveso. E' in sostanza il pensiero del sindaco di Senago, Lucio Fois, la cittadina che dovrebbe ospitare sul suo terreno l'incavo di contenimento delle acque eccedenti in caso di piena. Lo riferisce l'agenzia Omnimilano: "Per mettere in sicurezza Milano la soluzione non è fare quella vasca, ma riuscire a governare 4 milioni e mezzo di metri cubi di acqua. Con la vasca di laminazione se ne riescono a mettere a regime meno di un milione". Il passo è breve per definire la vasca "un'opera inutile che porterebbe sul nostro territorio una cloaca a cielo aperto grande 20 campi di calcio". Il rimedio secondo Fois è "invece di portarci una vasca di questo tipo, occorre intervenire sul sistema di fognature, di depurazione. A noi non fa piacere che Milano si allaghi, ci serviamo anche noi delle strutture e vi lavoriamo. Però la soluzione non è fare una vasca che diventerà una enorme fogna inquinata. Non prendiamoci in giro", conclude.