Incidente a Segrate
Incidente a Segrate

Milano, 13 aprile 2019 - Forse l’alta velocità, l’asfalto reso scivoloso dalla pioggia, un sorpasso azzardato. L’auto sbanda, urta violentemente lo spartitraffico e si ribalta più volte su se stessa. È morta così Maria Sole Calvanese, la 25enne estratta dalle lamiere contorte dell’auto dai vigili del fuoco e arrivata in ospedale in gravissime condizioni, poi deceduta durante la notte. La ragazza, che viveva a Milano, viaggiava insieme ad altri tre amici, tutti maschi tra i 24 e i 25 anni, a bordo della Bmw che giovedì notte si è ribaltata lungo viale Forlanini.

Erano le 2 e 20 di notte e l’auto, che verosimilmente procedeva a velocità sostenuta, proveniva da Milano in direzione dell’aeroporto di Linate. Arrivati al confine con Segrate, l’auto è finita fuori strada. Alla guida c’era A.L.S., un ragazzo italiano di 25 anni. A bordo c’erano altri due ragazzi: il 24enne K.E.B. e il coetaneo C.B. Per cause ancora in corso di accertamento – ma verosimilmente connesse con l’alta velocità e l’asfalto reso viscido dalla pioggia – durante le operazioni di sorpasso di un’auto che lo precedeva, la Bmw ha urtato lo spartitraffico, perdendo il controllo della strada. Un proiettile impazzito sparato contro il guardrail, un urto talmente violento che ha fatto capovolgere l’auto più volte, facendo urtare i ragazzi contro le pareti dell’abitacolo e, nel caso di Maria Sole, riportando ferite mortali. A chiedere aiuto sono stati alcuni automobilisti di passaggio che hanno immediatamente allertato la centrale operativa dell’Areu. Sul posto sono arrivate a sirene spiegate quattro ambulanze e due automediche. Tutti i passeggeri sono rimasi feriti, la più grave è stata la ragazza. I tre ragazzi sono stati portati in ospedale in codice giallo. Il conducente, il 25enne A.L.S., è stato trasportato all’ospedale Santa Rita di Città Studi, il 24enne C.B. è finito al pronto soccorso di Niguarda, il 24enne K.E.B. è stato invece è stato visitato dai medici del Policlinico.

Fin da subito, le condizioni della ragazza sono apparse molto critiche: pochi minuti dopo essere stata stabilizzata e caricata in ambulanza, è arrivata al San Raffaele in codice rosso. A nulla sono valsi i tentativi di salvarle la vita, poche ore dopo è deceduta. I carabinieri della stazione di Segrate, che stanno facendo luce sul caso, hanno richiesto l’accertamento tossicologico e alcolemico sul conducente. La salma è stata messa a disposizione dell’autorità giudiziaria per l’autopsia.