Beppe Sala
Beppe Sala

Milano, 26 marzo 2020 - Una mappa che segnala i piccoli negozi che effettuano consegne a domicilio, "per dare il nostro contributo" a migliorare i tempi di attesa nei supermercati. E' quanto annunciato dal sindaco di Milano, Giuseppe Sala, nell'ormai consueto videomessaggio quotidiano sulla sua pagina Facebook in tempi di restrizioni da coronavirus

Mappa coi negozi di vicinato

L'emergenza Covid-19  sta provocando lunghe code nei supermercati cittadini e Sala ha sottolineato: "Ne stiamo parlando con Federdistribuzione e con le altre catene per migliorare il servizio, pur comprendendo le loro difficoltaà". Quindi ha annuncoato la novità della mappa coi negozi di prossimità: "Sarà attiva da domani sul sito del Comune di Milano, ringrazio questi negozianti e dico loro che gli forniremo le mascherine dai prossimi giorni".

Ritorno al lavoro

Sala ha poi cercato di guardare avanti, parlando della ripresa delle attività lavorative. "Quando sarà finita l'emergenza coronavirus- ha detto - a Milano il ritorno alla normalità potrebbe avvenire in maniera 'graduale', con l'ipotesi di un rientro al lavoro e alla vita di prima per fasce d'età. "La pandemia contagia in maniera indiscriminata, in tutte le età, colpisce tutti ma diventa più rischiosa e letale
quando l'età si fa avanzata. Faccio questa riflessione perché sul dopo sto pensando a tre elementi. Il primo, se è vero che si rischia meno quando si è giovani e di più quando si è meno giovani, ha senso che il itorno alla normalità venga fatto con una gradualità che tenga conto dell'aspetto anagrafico? Non è teoria, io ci sto pensando per i dipendenti del Comune di Milano".

Localizzazione e privacy

La seconda riflessione riguarda invece "l'app che ci localizza e vede i nostri movimenti per associarle alle zone dove il rischio pandemico è più forte - dice Sala - viola la privacy? Certo, ma ha senso. Lascio a voi la riflessione".

Tamponi

Il terzo elemento riguarda il dibattito sui tamponi. "Si parla molto di tamponi - commentat il sindaco -  ma attenti a quello che dice il professor Mantovani dell'Humanitas. In realtà dobbiamo capire il nostro livello di immunità e quindi come sottoporci a test che attraverso l'analisi degli anticorpi verificano se siamo immuni. Pensate questo elemento quanto sarà importante per il ritorno alla normalità" aggiunge, sottolineando che la questione verrà affrontata anche nei prossimi giorni".