Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala potrebbe essere ascoltato in Regione sul “caso Barbato“. “E giunta alla Commissione una richiesta formale di mettere al prossimo ordine del giorno dell’Ufficio di presidenza la proposta di audire anche il sindaco”, spiega Monica Forte, consigliere lombardo M5S e presidente della Commissione Antimafia, anticorruzione, trasparenza e legalità. 

“Solitamente io tengo un ufficio di presidenza prima della seduta, in tal caso il prossimo mercoledì 14 aprile. Quel giorno ne discuteremo” e solo allora sarà chiaro “in quali termini la richiesta verrà accolta. I termini della richiesta sono articolati e non includono solo il sindaco Sala”, precisa. La richiesta arriva a pochi giorni dal servizio televisivo de ‘Le Iene’ in cui si gettano ombre sul cambio al vertice della polizia locale di Milano tra Antonio Barbato e l’attuale comandante Marco Ciacci. 

Il primo, nel 2017, è stato sostituito dall’ex responsabile della sezione della polizia giudiziaria della procura che aveva indagato su Expo. Una nomina esterna decisa dopo il parere espresso dal Comitato per la legalità del Comune presieduto da Gherardo Colombo, ex componente del pool di Mani Pulite. Sia il primo cittadino che l’ex magistrato preferiscono non rilasciare dichiarazioni sul caso.