Marysthell Polanco
Marysthell Polanco

Milano, 16 aprile 2019 -  Marystell Polanco, ex showgirl dominicana ospite delle serate hot di Arcore, e imputata nel «Ruby ter» per corruzione in atti giudiziari e falsa testimonianza, si dice pronta a «svelare la verità» su quanto accadeva a Villa San Martino, forse addirittura «cambierò la versione – dice – sulle cene eleganti. Può darsi che la mia deposizione sia diversa rispetto a quella del «Ruby bis». Perché questo cambiamento? «Adesso mi sento una donna, ho dei dei figli e voglio dire la verità». La Polanco, che aveva partecipato come valletta al programma di Mediaset Colorado, aveva raccontato che durante le famigerate serate ad Arcore si sarebbe travestita da Barack Obama o addirittura da Ilda Boccassini, il magistrato milanese ‘nemico giurato’ di Berlusconi. Le sue parole di ieri, pronunciate a favore di telecamere, arrivano al termine dell’udienza del processo, sospeso per la campagna elettorale del leader di Forza Italia Silvio Berlusconi, in campo per le Europee. La Polanco ha parlato anche della morte di Imane Fadil, una delle testimoni chiave del caso Ruby, morta in circostanze ancora da chiarire il primo marzo, la ragazza che già nel 2011 denunciò il «sistema prostitutivo». «Su Imane mi sono fatta tante idee, resta una morte assurda».

Nel frattempo Emilio Fede, condannato in via definitiva a 4 anni e 7 mesi per favoreggiamento della prostituzione nel Ruby bis, ha fatto sapere di voler chiedere la grazia al presidente Mattarella. Per l’ex direttore del Tg4 si aprirà a breve la strada dei domiciliari per scontare la prima parte della pena. Il «Ruby ter» è stato rinviato al 10 giugno in accoglimento della richiesta di rinvio per le Europee, mentre i pm hanno depositato atti di una rogatoria su un flusso di denaro da oltre 400mila euro per Luca Risso, ex compagno di Karima El Mahroug. Anna Giorgia farla morire, certo che ti viene l'ansia, mi è dispiaciuto tanto per lei, è una cosa assurda e mi sono fatta tante idee".