BARBARA CADEROLA
Cronaca

Rivoluzione ecologica. È guerra contro la plastica

Pioltello ha firmato l’accordo con l’organizzazione “Plastic free”. E Masate installerà una colonnina elettrica nel parcheggio di via Roma. .

Rivoluzione ecologica. È guerra contro la plastica

Rivoluzione ecologica. È guerra contro la plastica

Martesana sempre più verde, oltre alla fabbrica dell’idrogeno firmata De Nora in arrivo a Cernusco, si moltiplicano sul territorio le scelte di tutela dell’ambiente. A Pioltello il Comune dichiara guerra alla plastica e firma un accordo con Plastic Free, l’organizzazione che ha scelto l’obiettivo come missione. Tutto per sensibilizzare famiglie e aziende alla causa. "Un passo importante che segna l’avvio di un percorso strutturato - spiega l’assessore all’Ambiente Marta Gerli - grazie al quale programmeremo attività e iniziative condivise aperte ai cittadini e alle nostre associazioni, con cui avevamo già organizzato qualche attività lo scorso anno ma in modo ancora un po’ sporadico.

La sottoscrizione di questo patto va proprio nella direzione di impegnarsi reciprocamente a una presenza costante e massiccia sul territorio con l’idea di poter raggiungere lo scopo in maniera più efficace". Camminate ecologiche e interventi nelle scuole avranno così cadenza regolare, un modo per aiutare tutti a diventare consapevoli sui rischi che la natura corre quando si abbandona plastica in giro. Anche il plogging, la corsa raccogliendo immondizia, diventerà un classico. Il primo appuntamento c’è già stato, Clean-up Day, una passeggiata attorno al parco giochi della scuola di via Bizet per cancellare le discariche a cielo aperto che non mancano anche qui. A Masate invece il sindaco Pamela Tumiati ottiene da Cogeser, l’azienda dell’energia controllata dai Comuni, una colonnina elettrica con due prese nel parcheggio di via Roma. Gli automobilisti che si sono già convertiti al nuovo corso presto potranno contare su un nuovo punto di ricarica. "Con questa convenzione realizziamo un pezzo importante del programma - dice il primo cittadino - stiamo già studiando di allargare la collaborazione ad altri settori". "Accogliamo Masate tra le amministrazioni che ci hanno scelto come partner per la transizione ecologica - aggiunge l’amministratore unico Marco Pezzaglia -. Masate non è socio ma come altri si è affidato alla nostra competenza e così installeremo la 17esima presa sul territorio. Competenza che è da sempre a disposizione di enti pubblici, aziende e privati per una diffusione sempre più capillare di infrastrutture per la e-mobility".