Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
22 giu 2022

Rissa e atti vandalici "Il piano d’azione"

Il prossimo passo sarà l’attivazione di un terzo turno di vigilanza da parte degli agenti

22 giu 2022
Controlli dei ghisa
Controlli dei ghisa
Controlli dei ghisa
Controlli dei ghisa
Controlli dei ghisa
Controlli dei ghisa

L’ordine pubblico sbarca in consiglio comunale, con un’interpellanza a firma Lega sul tema vandalismi e microcriminalità e le risposte dell’amministrazione comunale: "C’è un piano d’azione, che sta già dando risultati: maggiori controlli, coordinamento fra forze dell’ordine, tecnologia". Prossimo step, l’attivazione del terzo turno di vigilanza da parte della polizia locale: "Partirà a breve in forma sperimentale e potrebbe proseguire anche nei mesi invernali". L’interpellanza leghista, firmata da Vincenzo Saglibene e Mauro Gironi, era già pronta da settimane e il dibattito in aula è arrivato, come dire, "in media re", dopo una settimana vivace sul fronte sicurezza: la rissa con aggressione e arresti in piazza De Gasperi la settimana scorsa, i ripetuti atti vandalici, la segnalazione del sindaco Angelo Stucchi al Prefetto su una situazione di "temporanea emergenza", il dibattito politico già impennatosi sui social.

Il testo dell’interpellanza: "Diversi cittadini segnalano un aumento di atti vandalici, che risultano veritieri. È intollerabile che tali situazioni non abbiano soluzione, e che continuino a causare insicurezza e danno economico". Le richieste: se sia intenzione e in quali tempi far partire il terzo turno di vigilanza, se siano disponibili dati numerici in relazione, in particolare, agli atti vandalici, "se si stia elaborando un piano d’azione anche attraverso la partecipazione a bandi pubblici". Da parte del sindaco Angelo Stucchi, intanto, i numeri disponibili: "Quelli di segnalazione di vandalismi e danneggiamenti che ci arrivano tramite l’app Municipium. Nell’anno in corso sono state sinora 77". Il terzo turno di vigilanza "partirà a breve, stiamo limando i dettagli". E la tecnologia: "Abbiamo nel tempo partecipato a bandi per implementare la videosorveglianza, uno strumento fondamentale. Abbiamo provveduto a installare foto trappole contro l’abbandono di rifiuti, 5 telecamere sul percorso verso le scuole superiori, e investito 30mila euro per un “upgrade“ degli impianti già presenti sul territorio comunale, che sono tutti perfettamente funzionanti, e hanno già svolto il loro compito in più di una circostanza". La relazione del sindaco non soddisfa il Carroccio. "Dopo gli episodi delle scorse settimane abbiamo letto le parole di un sindaco “disarmato“ – così Saglibene –. Spiace dovergli dire che la situazione della città è frutto anche di una politica troppo permissiva e di eccessiva tolleranza".

Monica Autunno

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?