Quotidiano Nazionale logo
10 mag 2022

"Ripartiamo dalla cultura e dalla tutela dei più deboli"

L’affondo di Rita Zecchini per conquistare il Comune. A sostenere l’insegnante elementare “Sinistra per Cernusco“ e “La Città in Comune“

barbara calderola
Cronaca
I sostenitori di Rita Zecchini
I sostenitori di Rita Zecchini
I sostenitori di Rita Zecchini

di Barbara Calderola

Unica donna in corsa per Villa Greppi, Rita Zecchini, aspirante sindaca per Cernusco, presenta le liste che l’appoggiano e apre ufficialmente la campagna elettorale con l’obiettivo dichiarato di conquistare il municipio. A sostenere l’insegnante elementare 63enne, "Sinistra per Cernusco" e "La Città in Comune", entrambe le forze progressiste hanno idee chiare sul futuro e lei, ex assessore alle politiche sociali nelle giunte di Eugenio Comincini prima della frattura sul raddoppio del Carosello al quale era contraria, una posizione che le costò il posto, riassume il programma in una frase. "Troppe manovre di palazzo sin qui, ripartiamo dalla cultura e dalla tutela dei più deboli". Tutto esaurito in biblioteca per ascoltare chi corre al suo fianco per il Consiglio e perché. "Ci unisce il desiderio di contribuire alla costruzione di un futuro migliore - spiegano dalla Città in Comune -. È ora di tornare a ricucire i bisogni reali con le speranze e i sogni. Pensiamo a un’amministrazione vicina ai cittadini che garantisca la salvaguardia del territorio dalla speculazione, migliori ed estenda i servizi, promuova la salute, sostenga la scuola pubblica, potenzi l’offerta culturale e favorisca le relazioni. Crediamo che la partecipazione sia la condizione basilare della buona amministrazione". Argomenti di cui si sarebbe sentita la mancanza nel primo mandato del Dem Ermanno Zacchetti, ormai al termine. . "Siamo nati 10 anni fa per unire diverse esperienze in campo - aggiungono i candidati di Sinistra per Cernusco -. Continueremo a batterci contro le disuguaglianze e le discriminazioni per creare le condizioni perché a tutti sia assicurato il diritto a un lavoro di qualità, al benessere, alla cultura e all’istruzione, a un ambiente sano in una città vivibile. Il nostro impegno è per una Cernusco più solidale, aperta, viva e accogliente".

Concetti che serviranno a sfidare gli altri concorrenti a partire da Zacchetti che tenta la riconferma. In lizza ci sono altri due volti storici della politica di casa, Giordano Marchetti, ex vicesindaco con Eugenio Comincini, entrato in rotta di collisione con il primo cittadino uscente e alla fine dopo mesi di frizioni fuoriuscito dalla maggioranza con la sua Vivere Cernusco e l’azzurro Daniele Cassamagnanghi, ex sindaco che ci riprova alla testa del centrodestra unito.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?