Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
22 mag 2022

"Riconosceteci come minoranza"

22 mag 2022
I libri sono stati distribuiti a consiglieri e assessori davanti al Comune
I libri sono stati distribuiti a consiglieri e assessori davanti al Comune
I libri sono stati distribuiti a consiglieri e assessori davanti al Comune
I libri sono stati distribuiti a consiglieri e assessori davanti al Comune
I libri sono stati distribuiti a consiglieri e assessori davanti al Comune
I libri sono stati distribuiti a consiglieri e assessori davanti al Comune

Libri distribuiti ad assessori e consiglieri comunali di Milano, per "ricordare attraverso le testimonianze storiche il contributo (soprattutto di sangue) che rom e sinti hanno dato alla democrazia italiana" e alla Resistenza. L’iniziativa, organizzata il 16 maggio davanti a Palazzo Marino dall’associazione Upre Roma e del Movimento Kethane Rom e Sinti per l’Italia, in occasione della giornata mondiale della rivolta ad Auschwitz-Birkenau, avrà un suo seguito a Roma. l 26 maggio il Movimento Kethane incontrerà una parlamentari di diversi schieramenti e partirà la campagna di sensibilizzazione per la proposizione di una legge di iniziativa popolare per riconoscere rom e sinti come minoranza. La campagna verrà portata avanti anche attraverso il sito www.romesinti.it, che sarà il veicolo per rappresentare i diritti di rom e sinti ad una legge di riconoscimento nazionale.

"In Italia – sottolinea Dijana Pavlovic, portavoce del movimento – ci sono 12 minoranze riconosciute. L’unica non riconosciuta è la nostra. Per questo noi oggi per lo Stato italiano siamo soltanto un problema sociale o un problema di sicurezza, a seconda di chi ci definisce, e non siamo interlocutori riconosciuti. La partecipazione politica è il presupposto per iniziare qualsiasi cambiamento – prosegue – non solo per le nostre comunità ma per l’intera società europea e italiana che non si potrà dire pienamente democratica finché non includerà le voci delle minoranze, che sono una risorsa culturale, sociale e economica ignorata. E un altro presupposto è il riconoscimento dello status di minoranza storico linguistica e il rispetto del articolo 6 della Costituzione Italiana. Per questo organizziamo un dibattito alla Camera dei deputati. Vogliamo arrivare alla proposizione di una legge di iniziativa popolare per il riconoscimento di rom e sinti in Italia. Una legge che ci tuteli – conclude – e ci consenta di essere cittadini italiani come tutti gli altri". Al convegno, alla Camera dei deputati, parteciperanno tra gli altri il sottosegretario agli Affari esteri Benedetto Della Vedova, il presidente della commissione Affari esteri Piero Fassino, l’ex presidente della Camera Laura Boldrini, l’europarlamentare Pierfrancesco Majorino.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?