Un’iniezione di denaro per favorire la ripresa economica dopo l’emergenza coronavirus, con un piano che impegna 3,5 miliardi di euro per realizzare opere dal valore complessivo di 5,5 miliardi. La Giunta regionale ieri ha dato il via libera agli interventi previsti dal “Piano Marshall“ per la Lombardia. "Molti interventi saranno conclusi nel biennio 2021-22 – spiega il presidente della Regione,...

Un’iniezione di denaro per favorire la ripresa economica dopo l’emergenza coronavirus, con un piano che impegna 3,5 miliardi di euro per realizzare opere dal valore complessivo di 5,5 miliardi. La Giunta regionale ieri ha dato il via libera agli interventi previsti dal “Piano Marshall“ per la Lombardia. "Molti interventi saranno conclusi nel biennio 2021-22 – spiega il presidente della Regione, Attilio Fontana – per dare un tangibile impulso all’economia. Un piano che riguarda innanzitutto le infrastrutture, l’ambiente, la ricerca, l’agricoltura, ma anche altri ambiti come le politiche sociali, la scuola, la cultura e lo sport". Per le infrastrutture, la Regione ha previsto risorse per 1.9 miliardi di euro. Tra le altre voci, 30 milioni per il recupero dei borghi; 100 milioni per la rigenerazione urbana; 10 milioni per la rimozione dell’amianto dagli edifici pubblici; 13 milioni per sostituire caldaie inquinanti.

Previsti contributi anche nell’ambito dell’edilizia scolastica, con 12 milioni per ristrutturazioni. Altri tre milioni nel cassetto per l’eliminazione delle barriere architettoniche. "Il traguardo che vogliamo raggiungere – spiegano gli assessori Davide Caparini (Bilancio) e Claudia Maria Terzi (Trasporti) – è quello di garantire nuove opportunità al mondo produttivo e di conseguenza ai lavoratori". Un’iniezione di denaro per far ripartire la locomotiva d’Italia. Sul tavolo anche fondi per famiglie messe in crisi dall’emergenza sanitaria. Con una dotazione di 20 milioni di euro, che si va ad aggiungere a quella del Pacchetto Famiglia varato a maggio (22,5 milioni di euro) la Giunta ha dato avvio al ‘Fondo famiglia-Emergenza Covid-19’. Lo stanziamento 2020 sarà eventualmente incrementabile di altri 20 milioni per il 2021 e sarà affiancato dalla nuova edizione della misura Nidi gratis. "È diventato ancora più importante – sottolinea l’assessore alla Famiglia Silvia Piani – attivare un sistema integrato e di interventi che sappia intercettare i bisogni emergenti".

A.G.