Quotidiano Nazionale logo
13 mag 2022

Rapinano passanti col coltello, due arresti

I carabinieri hanno fermato due ventenni ritenuti responsabili di alcuni colpi commessi a San Giuliano Milanese

alessandra zanardi
Cronaca
I due arrestati devono rispondere di rapine avvenute tra dicembre e gennaio 2021
I due arrestati devono rispondere di rapine avvenute tra dicembre e gennaio 2021
I due arrestati devono rispondere di rapine avvenute tra dicembre e gennaio 2021

di Alessandra Zanardi

Intimavano alle vittime di consegnare soldi e cellulari e, per essere più convincenti, brandivano un coltello. In alcuni casi non hanno esitato neppure ad alzare le mani: schiaffi e pugni a chi cercava di opporre resistenza. Ora due giovani rapinatori sono stati assicurati alla giustizia. Le indagini dei carabinieri della tenenza di San Giuliano hanno portato all’arresto di un peruviano e un salvadoregno, entrambi ventenni, regolari e residenti in città. Secondo le verifiche, i due si sono resi responsabili, anche in concorso tra loro, di almeno tre rapine commesse ai danni di altrettanti sconosciuti, intercettati lungo la strada.

La dinamica dei colpi era sempre la stessa: una volta individuata, la vittima veniva avvicinata con una scusa, quindi minacciata e alleggerita di telefono e contanti. Così è toccato, ad esempio, a un 23enne peruviano, rapinato di 600 euro contenuti in un borsello. E a un 21enne nigeriano, che nell’aggressione ha riportato anche qualche lieve lesione. In un altro episodio ancora, un 42enne salvadoregno è stato colpito col manico di un coltello e ha riportato una ferita alla testa.

Le indagini sono partite dalla denuncia delle vittime, che hanno fornito i primi elementi per procedere alle verifiche. I militari hanno inoltre acquisito le immagini delle telecamere di sorveglianza presenti nelle zone dove si erano consumate le rapine, per raccogliere ulteriori indizi. Mettendo insieme tutti i tasselli, si è arrivati a individuare e inchiodare i colpevoli. L’ordinanza di custodia cautelare è stata emessa dal giudice per le indagini preliminari di Lodi; per gli arrestati si sono aperte le porte del carcere.

L’anno scorso, sempre a San Giuliano, i carabinieri avevano proceduto all’arresto di due baby rapinatori, di 15 e 16 anni, poi affidati a una comunità di recupero. Con minacce, botte in qualche caso, il diabolico duetto riusciva ad alleggerire i coetanei di smartphone e soldi. Almeno tre le rapine, accertate dagli inquirenti, perpetrate dai giovanissimi, che agivano sempre in coppia. Ancora. Lo scorso febbraio l’Arma ha pizzicato due rapinatori, di 38 e 63 anni, che poco prima avevano dato l’assalto alla farmacia comunale di Vizzolo Predabissi.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?