Quotidiano Nazionale logo
22 feb 2022

Milano violenta: in due, armati di sassi, cercano di rapinare una modella

L'aggressione in via Tadino, tra Lima e Porta Venezia. La donna è stata scaraventata contro un muro e colpita al volto

MILANO archivio CONTROLLO VIGILI - FOTO NEWPRESS BANDERA
Polizia Locale di Milano

Milano - Violenta aggressione ieri sera tra Lima e Porta Venezia, a Milano. La vittima, una modella presa di mira da un uomo che ha tentato due volte di rapinarla del cellulare e che alla fine è stato fermato da una pattuglia della polizia locale in servizio in zona. Il fermo riguarda un uomo, Y.W. 35 anni, marocchino.

I fatti risalgono alla serata di ieri, in via Tadino all'altezza di via San Gregorio: il primo tentativo da solo, alle 20,50, con la donna che viene raggiunta in soccorso da altre due donne e il fidanzato di una di loro, che costringono alla fuga l'aggressore. Il marocchino però ricompare poco dopo, in compagnia di una seconda persona, entrambi armati di sassi. Il primo uomo torna ad aggredire la donna strappandole i vestiti, la strattona, la scaraventa contro il muro, probabilmente la colpisce allo zigomo con la pietra e intanto allunga le mani verso la tasca posteriore dei pantaloni dove cerca di prendere il cellulare che aveva notato durante la prima aggressione.

Il secondo uomo, invece, si lancia su una delle amiche e la spinge a terra. Le urla delle quattro vittime richiamano l'attenzione di una pattuglia della Polizia locale in servizio per i controlli in zona Porta Venezia con a bordo tre agenti che subito intervengono: il primo aggressore, ancora concentrato nella lotta, viene bloccato, mentre il secondo riesce a darsi alla fuga. L'uomo arrestato risulta privo di documenti e incensurato. Dopo la testimonianza della donna e dei tre amici è stato portato nel carcere di San Vittore.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?