Milano, 15 novembre 2017 - Un ragazzo di 28 anni di origini salvadoregne è stato fermato dai carabinieri con l'accusa di aver violentato una turista canadese di 30 anni lo scorso 17 settembre a Milano. Il giovane ha precedenti per tentato omicidio ed è ritenuto componente della gang di latinos MS18 (sottogruppo del Barrio 18). Ieri i militari del comando provinciale di Milano hanno rintracciato il sudamericano ad Alessandria. Le indagini sono state svolte dal nucleo operativo della compagnia Milano-Porta Monforte, con l'importante supporto del Ris di Parma. La donna aveva raccontato di aver accettato un passaggio dallo sconosciuto che si era offerto di accompagnarla alla fermata degli autobus diretti a Venezia. In realtà il salvadoregno la portò in un luogo appartato, in zona parco Lambro, e la violentò.

Il giovane fermato - secondo quanto riferito - è stato autore di uno stupro avvenuto nel 2010 su un treno tra Milano Repubblica e Vignate all'alba ai danni di una giovane. Il salvadoregno ha a suo carico anche una condanna per tentato omicidio per un episodio tra gang di latinos risalente al 2010. L'individuazione del fermato è stata possibile grazie alle analisi del dna sulle tracce biologiche rilevate. E' emerso che il dna era lo stesso rilevato nell'episodio del 2010 che era stato archiviato per autore ignoto. La macchina utilizzata era stata descritta ma si era arrivati ad individuarne 4 o 5 compatibili. E' in Italia senza documenti e senza fissa dimora, guidava senza possedere la patente.