Milano, 21 dicembre 2105 - La città in cui si vive meglio? Bolzano. Eppure anche i milanesei non se la passano male. Milano infatti si è posizionata al secondo posto nell’edizione 2015 della classifica stilata del Sole 24 Ore sulla "Qualità della vita nelle province italiane". Ottimo piazzamento anche per Sondrio, la ridente cittadina lombarda conquista infatti il quinto posto.  La terza posizione del podio è per Trento mentre Roma scende al 16esimo posto. Nella parte bassa della pagella finale si trova invece una concentrazione di centri del Mezzogiorno, con Reggio Calabria sull’ultimo gradino, Vibo Valentia al penultimo e statisticamente poco distante dalla provincia al di la’ dello Stretto, Messina al 104esimo posto. Anche quest’anno l’indagine si snoda attraverso sei aree tematiche (Tenore di vita, Affari e lavoro, Servizi, Popolazione, Ordine pubblico, Tempo libero) e 36 indicatori con relative classifiche parziali, di tappa e finali. Ma le province considerate sono salite da 107 a 110, vista la disponibilita’ di dati statistici anche per Bat, Fermo e Monza Brianza

Milano (in avanzamento costante, ma in progresso di sei gradini rispetto all’edizione scorsa), guadagnato soprattutto grazie agli indicatori del benessere (pensioni, Pil), dei servizi e delle opportunita’ di svago, mentre meno bene va sul fronte della sicurezza (trend che comunque coinvolge tutti i centri piu’ grandi o ad alta attrazione economica o turistica). In classifica debutta anche Monza e Brianza, per la prima volta scorporata dal capoluogo di provenienza che ottiene una ragguardevole 20esima posizione. Dopo la Lombardia, è la Toscana la regione più rappresentata, con Siena stabile (nona come nel 2014) e il capoluogo Firenze che mette a segno un notevole miglioramento, salendo al quarto posto. Nella parte finale si concentrano invece le province del Mezzogiorno, restituendoci la fotografia di un’Italia tagliata in due. 

Como si piazza al 15esimo posto, guadagnando ben 18 posizioni rispetto al 33esimo gradino del 2014. Posizione 24 per Bergamo mentre Brescia si arresta al 28esimo. mantova si trova al 29esimo posto, Lecco al 45esimo, Varese al 46esimo, Cremona al 54esimo, Lodi al 62esimo mentre Pavia al 70esimo.

Dario Fo

DARIO FO BOCCIA MILANO - Milano si piazza a sorpresa al secondo posto nella classifica delle citta’ che offrono la migliore qualita’ della vita. Ma il premio Nobel Dario Fo non è d’accordo. “Se come indice di qualita’ della vita si considera il fattore mobilita’ allora Milano meriterebbe, forse, il secondo posto, ma questo non e’ tutto”, spiega Fo “Il servizio tram, autobus e’ migliore rispetto a quelli di altre citta’. Ma questa non e’ la vita, non significa vivere meglio. Vivere significa campare”. E respirare aria buona. Nel capoluogo meneghino “si sopravvive”. “Mi fa venire i brividi - continua Fo - una citta’ in cui le morti per smog sono quattro, cinque volte maggiori rispetto ad altre in cui c’e’ il mare, il vento, gli alberi. A Milano non fanno altro che tagliare alberi, per ogni lavoro che devono fare mozzano alberi”.