Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
9 giu 2022

Professionisti del settore e password sicure

9 giu 2022

Professionisti del settore e più accortezza nella scelta delle password. Sembrano consigli banali, ma così non è, almeno a giudicare da quanto emerso dall’indagine "Rear Window" della Postale: in tantissimi casi, gli investigatori hanno infatti riscontrato superficialità nell’acquisto delle telecamere e nell’inserimento dei codici per proteggerle da eventuali intrusi. Non che questo giustifichi in qualche modo l’azione virulenta e persistente di chi ha violato scientemente e a scopo di lucro la privacy altrui; tuttavia, spiegano gli investigatori, è buona regola prestare la massima attenzione, considerato che attacchi di questo tipo sono sempre più diffusi e generano immagini con una sconfinata platea di voyeur interessati a vivisezionarle. E allora, il primo suggerimento riguarda i canali di acquisto degli occhi elettronici da installare a guardia delle mura domestiche: meglio affidarsi a società iper qualificate e con pedigree certificato, piuttosto che andare al risparmio e procurarsi on line (a prezzi di saldo) le telecamere, con tanto di montaggio fai-da-te.

Poi c’è la password, che non deve essere quella della consegna (una banalissima "admin", tanto per fare un esempio): chi la vuole violare, spiegano dalla Postale, ha gioco facilissimo in questo modo, perché gli basta usare un software che "prova" parole a getto continuo fino ad arrivare alla soluzione del rebus. Contromisura: otto caratteri, con lettere minuscole e maiuscole (queste ultime preferibilmente non all’inizio), numeri e caratteri speciali (tipo punto esclamativo o interrogativo). Avvertenza molto importante: mai usare vocaboli di senso compiuto. "Solo in questo modo – spiega il vicequestore Rocco Nardulli, funzionario del compartimento Polizia postale e delle comunicazioni di Milano – si può essere davvero al sicuro".

Altra dritta: inibire l’accesso tramite web per il controllo da remoto delle immagini delle telecamere. Al netto di queste indicazioni, ce n’è una di buon senso che può neutralizzare in ogni caso i malintenzionati: non orientare gli occhi elettronici in direzione di bagni, camere da letto e altri ambienti "sensibili per l’intimità delle persone".

N.P.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?