Milano, 7 dicembre 2019 - A Milano è il giorno della Prima alla Scala . Occhi puntanti sulla Tosca griffata Chailly-LivermorePiazza Scala è blindata dalle forze dell’ordine, con l’area transennata e presidiata da carabinieri e poliziotti. In tutti i punti sensibili, sono state effettuate ispezioni e bonifiche e il personale in abiti civili e in uniforme assicura la vigilanza all'esterno e all'interno del teatro procedendo a capillari controlli sulle persone. Ai partecipanti all'evento consentito l'ingresso attraverso un corridoio appositamente predisposto, anche esso adeguatamente controllato. E' inoltre previsto un adeguato servizio di scorte per assicurare la tutela delle La protesta della Cub (La Presse)personalità. Davanti a Palazzo Marino, ai margini della zona rossa, i tradizionali sit-in di protesta. Il centro della città è stato spaccato in due dalle transenne che circondano l'area attorno al teatro. La piazza antistante, dove campeggia la statua di Leonardo Da Vinci, è un'isola vuota con due accessi pattugliati da un corposo cordone di forze dell'ordine.

Le manifestazioni 

La protesta della Cub (Confederazione unitaria di base) è andata in scena con tute bianche posate a terra con la scritta "morto sul lavoro", o ancora "morto per inquinamento". "Vogliamo sapere cosa hanno intenzione di fare le nostre istituzioni per risolvere i problemi di questo Paese", è la richiesta dei manifestanti che, come da tradizione, si sono dati appuntamento in piazza Scala. Il sindacato di base ha ricordato come, oggi, in Italia ci siano ancora 1300 morti sul lavoro all'anno: in media, quasi cinque persone al giorno (VIDEO). Davanti all'ingresso di palazzo Marino si sono riuniti i lavoratori ex Auchan, in piazza per sensibilizzare l'opinione pubblica sugli oltre 6.200 esuberi dichiarati da Conad, di cui oltre 700 lavoratori con famiglia della sede centrale di MilanoFiori, Rozzano (VIDEO). I giovani del centro sociale Cantiere hanno invece manifestato con vernice rossa, scarpe abbandonate, corpi sdraiati a terra coperti da teli neri e poi cartelli con scritti nomi di bambini e vittime innocenti: "La guerra nel Rojava continua. Non calate il sipario". (VIDEO)

false

Gli ospiti della Prima

Ospite d’onore il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, insieme alla figlia Laura. A completare il parterre il presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati con il marito, il sindaco Giuseppe Sala con la compagna Chiara Bazoli, il governatore Attilio Fontana con la figlia Maria Cristina, i ministri Luciana Lamorgese, Dario Franceschini e Vincenzo Spadafora, il prefetto Renato Saccone con la moglie Gioia e la vicepresidente della Corte Costituzionale Marta Cartabia. Riflettori del foyer tutti per i due sovrintendenti in fase di staffetta: l’uscente Alexander Pereira, che il 15 dicembre si accaserà al Maggio Fiorentino, e l’entrante Dominique Meyer, ufficialmente in carica dal 1° marzo 2020.  Sono attesi anche Patti Smith, i senatori a vita Liliana Segre e Mario Monti, i cantanti Marracash e Elodie, Carla Fracci. Ha invece scelto di assistere alla prima da San Vittore il viceministro dell'Interno Matteo Mauri, in uno dei tanti appuntamenti organizzati in città per assistere alla Prima.