Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
2 mag 2016

Polizia cinese in azione a Milano e Roma: accordo con Pechino per la sicurezza

Gli agenti vestiranno la divisa cinese, inviati in Italia per dare ai turisti orientali una maggiore percezione di sicurezza

2 mag 2016
featured image
Servizi di pattugliamento effettuati dalla Polizia di Stato Italiana congiuntamente ad operatori di Polizia cinese, in attuazione al Memorandum siglato tra lo Stato Italiano e la Repubblica Popolare Cinese, Roma, 2 Maggio 2016. ANSA/ UFFICIO STAMPA/ POLIZIA DI STATO +++ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING+++
featured image
Servizi di pattugliamento effettuati dalla Polizia di Stato Italiana congiuntamente ad operatori di Polizia cinese, in attuazione al Memorandum siglato tra lo Stato Italiano e la Repubblica Popolare Cinese, Roma, 2 Maggio 2016. ANSA/ UFFICIO STAMPA/ POLIZIA DI STATO +++ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING+++

Milano, 2 maggio 2016 - Polizia cinese in azione in Italia. Accadrà fra martedì 3 maggio fino a venerdì 13, ovvero nel periodo di massimo afflusso di turisti cinesi in Italia. Saranno quattro gli agenti d'Oriente in pattuglia insieme ai colleghi italiani, oltre ai carabinieri sia a Roma che a Milano. Gli operatori di polizia di Pechino presteranno servizio con le propria uniformi per essere ben riconoscibili dai propri connazionali. L'iniziativa è stata presentata oggi al Viminale dal ministro dell'Interno Angelino Alfano, insieme al capo della polizia, Alessandro Pansa, all'ambasciatore cinese in Italia Li Ruiyu ed al direttore generale della cooperazione internazionale del Dipartimento della pubblica sicurezza cinese, Liao Jinrong. L'accordo, ha detto Alfano, «rafforza il legame tra i due Paesi ed è il primo del genere che la Cina stipula con un Paese europeo. L'obiettivo di questo progetto è quello di aumentare il senso di sicurezza dei turisti cinesi che arrivano qui. In futuro si potrà allargare il pattugliamento anche ad altre città». Da parte sua, Liao Jinrong ha sottolineato che «ci sono tre milioni di cinesi che ogni anno vengono in Italia in vacanza e l'iniziativa di oggi è un punto di partenza, non di arrivo, per stimolare ancora di più la collaborazione tra i due Paesi». Per il principio di mutua reciprocità operatori delle forze di polizia italiane andranno a Pechino e a Shangai per svolgere la stessa attività dei loro colleghi a sostegno dei turisti italiani in Cina.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?