Quotidiano Nazionale logo
25 gen 2022

Sesto San Giovanni, un tuffo in piscina quest’estate: rinasce l’area fra verde e servizi

Oltre 10mila metri quadrati con quattro zone d’acqua, ristorante, bar, due palestre, solarium e zona relax

laura lana
Cronaca
Il sindaco Roberto Di Stefano in visita al cantiere: "L’impianto diventerà punto di riferimento per il Nord Milano"
Il sindaco Roberto Di Stefano in visita al cantiere

Con oltre un anno di ritardo, la piscina Carmen Longo riaprirà per questa stagione estiva. I sestesi troveranno un centro completamente rinnovato, dopo il cantiere aperto prima della pandemia dal raggruppamento di imprese Ad Maiora srl (Aedes, Ferrario, Pro Sesto) a cui è stato affidato in project financing la riqualificazione e la gestione dell’impianto. "Dopo aver ristrutturato la piscina coperta De Gregorio, siamo vicini a far rinascere anche quest’area. Un impianto all’avanguardia, pensato soprattutto per le famiglie con bambini, che diventerà un punto di riferimento per tutto il Nord Milano e non solo", ha commentato il sindaco Roberto Di Stefano durante l’ultimo sopralluogo.

Oltre 10mila metri quadrati, l’area di via Nino Bixio avrà quattro zone d’acqua, ristorante, bar, solarium, due palestre e aree verdi relax. "Sono stati realizzati i gradini d’accesso alla vasca e gli impianti. Successivamente verrà creata la piscina più piccola 0-5 anni e lo spray park coi giochi per i bimbi - ha annunciato Di Stefano -. Per quanto riguarda la palazzina che ospiterà attività commerciali, palestra e spogliatoi, sono state montate le vetrate. Realizzati anche i 6 scivoli sliding hill". Un’opera che ha subìto diversi intoppi, cambi in corsa e accumulato un anno di ritardo. I lavori si erano infatti bloccati 1’8 marzo 2020 per le disposizioni del Governo in merito all’emergenza sanitaria. Nonostante lo sblocca cantieri previsto dal decreto di quella Primavera, le ruspe erano rimaste ferme. Poi c’erano stati i rallentamenti per le mancate autorizzazioni da parte di Ats e dei pompieri con il progetto da rivedere alla luce delle prescrizioni dei due enti: quelle per il Covid, come adeguamenti igienico-sanitari, che prima non erano dovuti, ma non soltanto. Infine, la deroga ai tempi di consegna chiesta dal concessionario, accettata dall’amministrazione e votata dalla maggioranza del consiglio comunale. Così, la nuova piscina anziché essere inaugurata a marzo dell’anno scorso vedrà la fine delle opere solo tra qualche mese.

La Carmen Longo è rimasta chiusa dal 2015: la precedente amministrazione aveva infatti deciso di non rimetterla in funzione a causa della spesa che ogni anno era necessaria per far fronte alle perdite, agli impianti datati, al riavvio di una struttura che era attiva meno di quattro mesi all’anno. A complicare il quadro era subentrato anche il fallimento del Geas Nuoto, la società sestese che gestiva, per conto del Comune, i tre centri natatori (la Carmen Longo e le piscine coperte De Gregorio e Olimpia). Il progetto di restyling è stato controverso: non solo le polemiche per una concessione pluridecennale alla cordata privata, ma anche l’impatto nel quartiere tanto che i residenti avevano protocollato una raccolta firme con una serie di richieste per valutare e minimizzare futuri rumori, disagi, problemi di posteggio.
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?