Quotidiano Nazionale logo
21 apr 2022

Piscina, lavori nelle scuole ed edifici green

Via libera al bilancio di previsione di Arese. Il sindaco: "Nonostante le difficoltà garantiamo servizi di qualità e non graviamo sulle famiglie"

roberta rampini
Cronaca
Il sindaco di Arese Michela Palestra soddisfatta degli investimenti strategici
Il sindaco di Arese Michela Palestra soddisfatta degli investimenti strategici
Il sindaco di Arese Michela Palestra soddisfatta degli investimenti strategici

di Roberta Rampini

Tariffe e agevolazioni Tari confermate. Approvati anche gli investimenti strategici già previsti come la realizzazione della piscina comunale, gli interventi nelle scuole, la riqualificazione di piazza Carlo Alberto Dalla Chiesa e l’efficientamento energetico degli edifici pubblici. E nessun taglio sulle spese per i servizi sociali. "È stato un bilancio impegnativo ma abbiamo cercato di garantire la qualità dei servizi e contenere il peso economico sulle famiglie, nonostante le tante difficoltà derivanti dall’assenza di nuovi fondi Covid, costi legati alla crisi energetica e nuove emergenze sociali, non ultima la questione ucraina", commenta il sindaco di Arese, Michela Palestra. Via libera del consiglio comunale aresino al Bilancio Previsionale 2022-2024. Per quanto riguarda le agevolazioni Tari confermate quelle del 2021 per le utenze domestiche, con un’esenzione totale per chi ha un Isee sotto gli 8.265 euro e uno sconto di 50 euro + 30 euro per ogni componente familiare per gli Isee fino a 15.600 euro e l’esenzione Irpef fino ai 17.000 euro. "Abbiamo concretizzato alcuni degli obiettivi chiave: lotta alle diseguaglianze, cura della persona e cura del territorio – commenta il vicesindaco e assessore al Bilancio, Luca Nuvoli –. A queste si aggiungono le sfide per il futuro, come la digitalizzazione, tema sul quale stiamo lavorando per incrementare i servizi digitali offerti al cittadino, e la crescita tramite il volano del Pnrr, opportunità da cogliere nei diversi ambiti, anche sovralocali".

Le spese correnti per l’istruzione ammontano a 2,2 milioni di euro, 2,5 per le politiche sociali, 843.000 euro politiche culturali, 178.000 euro sport e tempo libero, 771.000 euro per ordine pubblico e sicurezza. L’avanzo di bilancio presunto è pari a euro 12.106.000 euro al 31 dicembre 2021. Ma su questo tesoretto incombe il contenzioso con il Comune di Lainate. "Stiamo lavorando per definire in modo puntuale la cifra relativa ai tributi generati dall’area dell’Accordo di programma da versare al Comune di Lainate – conclude il sindaco –. Sono stanziati in bilancio 873.000 euro, più 6.000 euro di spese legali, a cui si dovranno aggiungere circa 1.000.000 euro per la parte pregressa che sarà finanziata con l’avanzo di amministrazione. Per l’impatto sui futuri bilanci, stimati in 200.000 euro annui, ci impegniamo a individuare soluzioni che non impattino sulle famiglie".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?