Milano, 23 luglio 2018 - Il giunto che, il 25 gennaio scorso a pochi metri dalla stazione di Pioltello, ha ceduto al passaggio del treno pendolari facendolo deragliare sarebbe stato costruito nel 2004 negli stabilimenti Rfi di Pontedera e sarebbe stato messo in opera nel 2006.

Questa è, da quanto si apprende, la ricostruzione che la stessa Rfi ha fornito ai pm di Milano Maura Ripamonti, Leonardo Lesti e al procuratore aggiunto Tiziana Siciliano che stanno indagando sul disastro, costato la vita a tre passeggere e nel quale sono rimaste ferite 46 persone. Il giunto, da quanto è emerso dalle indagini, era sorretto da una tavoletta di legno di una quarantina di centimetri, che impediva che sbattesse contro la massicciata. Riparazione che doveva avere carattere provvisorio, invece pare non essere stata sostituita nei tempi previsti. Una serie di accertamenti all'interno di Rfi hanno portato a ricostruire la vicenda del giunto difettoso: grazie ai materiali utilizzati, è stato possibile stabilire che il giunto è stato costruito direttamente da Rfi e non acquistato da altri fornitori. Le viti, il modo in cui è stato installato e altri elementi che la società ha preso in considerazione, poi, hanno permesso di stabilire che il pezzo è stato posizionato sui binari 12 anni fa. 

Nel frattempo, oggi il pm Ripamonti, i consulenti nominati dalla Procura e dalle parti, i legali delle parti e i tecnici della Polfer e della Polizia Scientifica hanno esaminato il giunto e scattato foto del pezzo che ha ceduto al passaggio del convoglio. Il 19 settembre prossimo, invece, verrà analizzato il giunto 'gemello', posizionato sulla rotaia che ha retto.