Quotidiano Nazionale logo
17 feb 2022

Spaccio e violenze fra Milano, Bergamo e Brescia: sgominata banda italoalbanese

Arrestate venti persone: l'inchiesta è partita da alcune segnalazioni riguardanti carichi di droga in arrivo a Pioltello

Sono partiti da alcune "dritte" riguardanti possibili carichi di droga in arrivo nella piazza di spaccio a Pioltello e hanno scoperchiato il "pentolone" di un presunto traffico di stupefacenti ad ampio raggio che coinvolgeva il Milanese ma anche le province di Bergamo e Brescia. 

I poliziotti della sezione Antidroga della squadra mobile milanese, coordinati dai magistrati della Dda di Brescia, hanno messo un primo punto definitivo a un'inchiesta avviata nel settembre 2019. Associazione per delinquere finalizzata al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti, aggravata dal metodo mafioso e dall'uso delle armi è l'accusa rivolta alle 20 persone arrestate (15 in carcere e 5 agli arresti domiciliari), di nazionalità albanese e italiana. 

L'indagine è partita quando i poliziotti, seguendo un possibile canale di fornitura di droga della piazza di spaccio di Pioltello, comune del Milanese, sono risaliti a una serie di persone, di origini albanesi, residenti in alcuni comuni della Bassa Bergamasca. L'inchiesta si è così concentrata su un'organizzazione criminale, di matrice albanese e italiana, attiva tra il Bresciano, la Bassa Bergamasca e alcune aree dell'hinterland milanese che, per affermarsi in alcune piazze di spaccio, realizzava azioni a base di violenza, talvolta anche con l'uso di armi. Secondo la ricostruzine degli inquirenti, l'organizzazione criminale sarebbe stata in grado di rifornire prevalentemente di eroina e cocaina altri gruppi criminali attivi nel Centro e Nord Italia. 

Nel corso delle indagini, la polizia ha eseguito 15 arresti in flagranza e sequestrato 1,4 kg di cocaina, 14 kg circa di eroina, 100 kg sostanza da taglio, 17.500 euro circa in contanti e due pistole semiautomatiche. Le numerose perquisizioni hanno portato al sequestro di 74mila euro circa in contanti e all'arresto di una persona per la detenzione di 700 gr. di cocaina. L'attività è stata svolta con l'ausilio degli agenti delle Squadre Mobili delle Questure di Bergamo, Brescia, Bolzano, Novara, Rimini, Varese e del Reparto Prevenzione Crimine Lombardia.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?