Ecco come sarà il nuovo piazzale Lavater
Ecco come sarà il nuovo piazzale Lavater

Milano, 12 ottobre 2018 - Lo spazio per i pedoni aumenterà di quasi 1.600 metri quadrati, ci saranno più alberi e una nuova pavimentazione; i parcheggi, invece, passeranno da 78 a 65. E ci saranno interventi per la sicurezza all’incrocio con via Ramazzini, più volte teatro di incidenti, una nuova pista ciclabile e saranno sistemati gli attraversamenti pedonali. Ecco il progetto che rivoluzionerà piazzale Lavater, tra i luoghi simbolo di Porta Venezia, tutelato da vincolo ambientale e da un agguerrito comitato di cittadini che si è battuto contro un parcheggio sotterraneo, poi archiviato dalla Giunta Pisapia. L’obiettivo adesso è rendere la piazza «a misura di cittadino», meno caotica e frammentata.

Il progetto  elaborato dagli uffici comunali è stato presentato ieri ai cittadini nell’aula magna della primaria Stoppani, durante una commissione Territorio convocata dal Municipio 3, che dovrà poi esprimere un parere sull’opera da oltre 3 milioni di euro: un milione 300 mila 300 per il restyling urbanistico, due milioni 155 mila per la mobilità. I rendering mostrano anelli centrali verdi e sedute attorno, vialetti pedonali circolari incorniciati da alberi. In mezzo, altro spazio per i pedoni e il verde, la vista che si apre verso un altro corridoio di piante. Il perimetro passerà a 866 metri quadrati (268 più di adesso), 4.685 metri per i pedoni (più 1.588) e 40 alberi (6 in più). Il nuovo pavè sarà composto da cubetti e lastre in beola, calcestre e asfalto. La nuova pista ciclabile darà continuità al percorso Piola-Lavater, cucendo i tratti da piazzale Bacone a Piola e da via Paracelso (dove saranno rimossi i binari dismessi del tram) a via Donatello. È prevista anche la messa in sicurezza di via Ramazzini. Entro l’anno, e in attesa del completamento dei lavori, sarà provvisoriamente ristretta la carreggiata e uno spartitraffico temporaneo separerà i veicoli che svoltano a destra in via Stoppani da quelli che si immettono nella piazza. L’attraversamento pedonale verrà spostato in un punto più visibile. «L’intervento su Lavater si inserisce nella strategie per la valorizzazione delle piazze. Questa richiede un intervento attento a preservarne la natura ambientale e storica - spiegano gli assessori Pierfrancesco Maran (Urbanistica) e Marco Granelli (Mobilità) -. La proposta di riqualificazione, che potrà essere migliorata col contributo del Municipio, riguarda non solo la fruibilità, dando la priorità a ciclisti e pedoni, ma anche la viabilità». I tempi? Da valutare: dopo che il Municipio 3 avrà espresso il suo parere, si lavorerà su eventuali modifiche.