Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
18 mag 2022

Pedalando al buio In monopattino

18 mag 2022
claudio
Cronaca

Claudio

Negri

Pedalavo in monopattino...: dice l’amico e collega scriba. "In monopattino, quali pedali?". Ma lui – come in una visione di Kafka o in un film di Bunuel o in una piega insignificante della realtà – mi sta raccontando un suo sogno, incongruenze comprese: "Pedalavo in monopattino, era un pomeriggio di sole, in campagna. Tutto bello, però il tempo correva e si era fatta quasi sera e mi sono ricordato che il mio monopattino non aveva luci di posizione né fanale... come avrei fatto a vederci dopo il tramonto?".

"E allora?".

"Allora mi sono, fermato al giornale, che era in un vecchio condominio, tra i prati. Ed è spuntato Alvaro... ti ricordi? Sì, lo so, proprio lui, povero cristo, ma nel sogno mi pareva del tutto normale che fosse vivo. Gli dico: io senza luci come faccio, che è buio? E lui: auto di cronaca non ce ne sono più. E ha cominciato a trafficare sul monopattino con certi fili ingarbugliati, le cui cime scoperte davano al contatto pallide scintille. Poi mi fa: prova anche con questa. E mi dà una pila... ma sto già andando via, verso casa, forse, non ne sono sicuro, il crepuscolo è ormai color di cenere, la pila è fioca e non si vede niente, sento Alvaro che mi corre appresso per un po’, cercando di sistemarmi il garbuglio di fili, poi lui sparisce, non c’è più niente a parte una strada sconnessa e invisibile".

"E cosa è successo?"

"Mi venivano incontro camion ciechi, Tir a quattro rimorchi. Pensavo: come fanno a vedermi? Adesso mi travolgono. Nel buio totale mi sfioravano tonnellate e tonnellate di peso in movimento... ma poi una luna grande, con la sua luce di burro chiarificato, è sorta dal buio e i Tir sono svaniti, li sentivo però ruggire ancora in lontananza, come un remoto temporale. Vedevo la strada come di giorno e sullo sfondo del settentrione, sulle Prealpi nere di notte si erano accesi mille falò...".

" E poi?".

"E poi, be’, mi sono svegliato". Deduco che anche per certi incubi convenga un Hollywood Ending, un coreografico lieto fine.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?