Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
22 mag 2022

Paullo, l’appello dei pendolari: "Più autobus nei festivi"

Al banchetto allestito dal comitato in piazza Marconi in tanti hanno firmato l’ultima petizione per un trasporto più efficiente lungo l’asse della Paullese

22 mag 2022
alessandra zanardi
Cronaca
Giancarla Rosa del comitato e alcune delle manifestazioni e flash mob organizzati
Giancarla Rosa del comitato e alcune delle manifestazioni e flash mob organizzati
Giancarla Rosa del comitato e alcune delle manifestazioni e flash mob organizzati
Giancarla Rosa del comitato e alcune delle manifestazioni e flash mob organizzati

Paullo (Milano) - Cinque anni di attività e ora il comitato dei pendolari di Paullo è sceso in campo per una nuova battaglia: cercare di ottenere più corse degli autobus nei giorni festivi. Al banchetto allestito in piazza Marconi nella giornata di ieri, in occasione della fiera del paese, erano in tanti a firmare l’ultima petizione lanciata dal sodalizio che si batte per un trasporto pubblico più efficiente lungo l’asta della Paullese. La mobilitazione in questo caso riguarda "la grave carenza di collegamenti nei giorni festivi tra la metropolitana di San Donato e i comuni di Mediglia, Tribiano, Paullo e Zelo Buon Persico".

A detta dei pendolari, le corse sono troppo rade, ossia cadenzate ogni due ore. E anche i tragitti andrebbero rivisti, instradando nei centri abitati gli autobus che, dopo le 18, fermano solo lungo la Paullese. Da qui l’appello al sindaco metropolitano Giuseppe Sala: convocare un tavolo, esteso al comitato di Paullo, alle Agenzie del Tpl e agli enti locali, "per affrontare in maniera davvero utile e definitiva la questione dei trasporti nelle giornate festive". Si punta dunque a un potenziamento, a beneficio di "quelle persone, e non sono poche, che per scelta, o per motivi economici, o ancora per problemi di salute, non usano l’auto", spiega Giancarla Rosa, tra gli attivisti del gruppo. L’obiettivo è fare massa critica e raccogliere "quante più adesioni è possibile per inoltrare le richieste anche alle compagnie del trasporto e alle Agenzie del Tpl".

Alle 17.30 di ieri le firme raccolte erano già arrivate a 300, "a dimostrazione di quanto il tema sia percepito come importante. È un paradosso abitare a 10 chilometri da Milano e non riuscire a raggiungere agevolmente il capoluogo". Il banchetto allestito durante la fiera è stato anche l’occasione per ripercorrere, con fotografie e ritagli di giornale, le lotte del comitato, nato nell’agosto 2017 sull’onda della soppressione delle corse festive nei centri abitati del Sud-est Milanese. Il servizio era finito in un pacchetto di tagli ed era stato sospeso, poi l’anno successivo, anche grazie alle mobilitazioni del comitato, è stato ripristinato. "Si è trattato di una conquista importante, non tanto per il comitato quanto per chi ha bisogno di questo servizio. Ora è il momento di fare un passo avanti e incrementare le corse", dice ancora Giancarla Rosa, che ricorda anche l’impegno profuso per ottenere una palina alla fermata del cimitero di Paullo, palina che è stata installata solo dopo una provocatoria manifestazione organizzata dal sodalizio. All’appello mancano ancora le strisce pedonali alle fermate di via Lodi a Zelo Buon Persico, altra battaglia che il comitato sta combattendo, in accordo coi residenti di quella zona.

Di recente il sodalizio ha protestato, davanti alla sede della Line di Lodi, contro alcuni disserche hanno colpito anche la popolazione scolastica del Sud Milano. Ora il problema sembra rientrato, "ma continueremo a tenere le antenne ben tese, anche in vista del ritorno sui banchi dopo l’estate", concludono i rappresentanti dei viaggiatori. Che si augurano anche di poter instaurare "maggiori sinergie con gli enti locali".

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?