Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Patrizia Reggiani Gucci con il pappagallo Bo (Ansa)

Milano, 20 febbraio 2017 - Da oggi Patrizia Reggiani è una donna completamente libera. La Reggiani era stata condannata a 26 anni per l'omicidio del marito Maurizio Gucci, ucciso a colpi di pistola nel 1995 nella centralissima via Palestro a Milano (LA SCHEDA - L'omicidio che sconvolse la 'Milano bene). Il giudice di Sorveglianza Roberta Cossia non ha infatti applicato, come chiesto dal suo difensore Danilo Buongiorno, i tre anni di libertà vigilata che le rimanevano da scontare. Anche la Procura aveva dato parere favorevole alla revoca della misura. 

"Mi sento molto sollevata e non avendo capito un tubo, non sapevo nemmeno ci fossero altri tre anni", aveva detto dopo l'udienza. "Male - aveva risposto ai giornalisti che le chiedevano come stava - ho avuto un'operazione alla gamba e ho difficoltà a muovermi". Come sono stati questi ultimi anni di libertà? Le era stato chiesto: "Bellissimi ma io stavo bene anche prima, al Victor Residence", aveva risposto ricordando la sua definizione del carcere di San Vittore, dove ha trascorso 17 anni. 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.