Quotidiano Nazionale logo
17 mar 2022

Parte la "Milano-Torino" e Magenta si ferma

La competizione sportiva ha coinvolto l’intera città e ha dato una boccata d’ossigeno al commercio

La folla delle grandi occasioni al passaggio degli atleti in piazza Liberazione
La folla delle grandi occasioni al passaggio degli atleti in piazza Liberazione
La folla delle grandi occasioni al passaggio degli atleti in piazza Liberazione

Una mattinata di festa per Magenta. La città della battaglia ha ospitato, per la terza volta, la partenza della più antica corsa ciclistica, la celebre Milano Torino. Fin dalle prime ore del mattino piazza mercato è stata presa d’assalto dai pullman delle squadre, dalla Astana alla AG2R, dalla Movistar alla Ineos e tutte le altre. "Anche oggi abbiamo portato Magenta all’attenzione delle grandi platee – ha commentato il Sindaco Chiara Calati – una giornata speciale, con tantissima gente nel centro. Non possiamo che essere felici per avere ospitato anche quest’anno la partenza di una delle più importanti competizioni sportive nazionali". Oltre al sindaco magentino non sono mancati i sindaci e amministratori dei comuni limitrofi, dal primo cittadino di Mesero Davide Garavaglia a Sabina Doniselli di Boffalora, al consigliere regionale Curzio Trezzani e, naturalmente, l’assessore allo Sport Luca Aloi e il vice sindaco Simone Gelli.

La stagione ciclistica è appena cominciata e subito Magenta ha portato grandi nomi, con Mark Cavendish giunto primo all’arrivo di Rivoli, ma anche Peter Sagan e Vincenzo Nibali per la felicità degli appassionati. Dopo le presentazioni delle squadre in piazza Liberazione i ciclisti sono partiti per un breve giro lungo via Roma e via Novara passando in mezzo centinaia di persone fino a raggiungere la frazione di Pontenuovo per la partenza definitiva.

Graziano Masperi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?