Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
23 feb 2022

"Parità di genere nelle liste elettorali: le donne non siano fanalino di coda"

La richiesta della sezione locale dell’associazione Toponomastica "in rosa" ai Comuni che andranno al voto in primavera: San Donato Milanese, Melegnano, Dresano e Lodi

23 feb 2022
alessandra zanardi
Cronaca
L’attivista della bicicletta Giulietta Pagliaccio: «Faremo molta attenzione a liste e programmi a prescindere dalla parte politica»
L’attivista della bicicletta Giulietta Pagliaccio: «Faremo molta attenzione a liste e programmi a prescindere dalla parte politica»
L’attivista della bicicletta Giulietta Pagliaccio: «Faremo molta attenzione a liste e programmi a prescindere dalla parte politica»
L’attivista della bicicletta Giulietta Pagliaccio: «Faremo molta attenzione a liste e programmi a prescindere dalla parte politica»
L’attivista della bicicletta Giulietta Pagliaccio: «Faremo molta attenzione a liste e programmi a prescindere dalla parte politica»
L’attivista della bicicletta Giulietta Pagliaccio: «Faremo molta attenzione a liste e programmi a prescindere dalla parte politica»

di Alessandra Zanardi "Parità di genere nelle liste elettorali: le donne non siano il solito fanalino di coda, messe lì giusto per riempire gli elenchi". È la lettera-appello che la sezione locale dell’associazione Toponomastica femminile indirizza ai Comuni ormai prossimi all’appuntamento con le urne: San Donato Milanese, Melegnano, Dresano e Lodi. L’invito è rivolto a tutte le forze politiche, affinché promuovano una reale uguaglianza tra i sessi nella predisposizione di liste e programmi elettorali. "Parità di genere nelle liste dei candidati significa inserire le donne in posizioni eleggibili. Questo per permettere di avere una rappresentanza di genere nei consigli e nelle giunte comunali, oltre che nelle altre articolazioni amministrative", sostengono le esponenti locali dell’associazione, tra le quali l’ex insegnante Sara Marsico, l’ex preside Adriana Abriani e l’irriducibile attivista della bicicletta Giulietta Pagliaccio. "Trovare donne per la politica locale è complicato – proseguono -: ecco perché occorrono molto impegno e molta determinazione da parte di chi costruisce liste e alleanze". Allo stesso tempo si fa appello "a tutte le donne, perché valutino la possibilità di dare il loro contributo nel proprio Comune: un’esperienza formativa sotto diversi punti di vista, soprattutto nella gestione dei rapporti interpersonali. E un approccio femminile può contribuire ad avvicinare la cosa pubblica ai problemi reali delle persone". E i programmi delle prossime gare elettorali? A loro volta devono contenere spunti e percorsi per favorire, nel concreto, la parità di genere. Da qui l’invito a superare gli stereotipi con l’intitolazione di strade e piazze a donne meritevoli; a diffondere una cultura anti-violenza partendo dalle scuole; a potenziare l’attività dei consultori per affrontare temi come la sessualità e la maternità. L’associazione chiede inoltre di valorizzare i centri donna, potenziare la flessibilità degli asili nido e riservare maggiore attenzione ai servizi per la terza età e la disabilità, settori nei quali le donne sono spesso chiamate a ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?