Il luogo dove è avvenuta la tentata violenza
Il luogo dove è avvenuta la tentata violenza

Milano, 21 settembre 2017 - Ha aggredito una donna di 28 anni, italiana, spingendola contro un muro e iniziando a palpeggiarla. Poi ha tentato di spogliarla ma è stato bloccato dai passanti, attirati dalla richiesta di aiuto della giovane. E' successo ieri sera, poco dopo le 21, in Alzaia Naviglio Pavese angolo viale Liguria, a Milano. L'uomo, un romeno di 31 anni con numerosi  precedenti, è stato arrestato dalla Polizia anche grazie all'intervento di tre passanti che hanno sentito la ragazza urlare e hanno reagito cercando di rincorrere l'uomo e bloccarlo fino all'arrivo degli agenti. L'aggressore era già stato arrestato nel giugno 2012 per violenza sessuale a San Donato e aveva patteggiato una pena di due anni. Successivamente era stato arrestato anche per furto con strappo a Milano in piazzale Lotto. Il pm di Milano Maura Ripamonti ha chiesto la convalida dell'arresto e la misura cautelare in carcere. la richiesta è stata inoltrata all'ufficio gip e l'uomo dovrebbe essere interrogato tra domani e dopodomani. 

Secondo una prima ricostruzione, la donna è stata aggredita frontalmente mentre stava camminando da sola, guardando il cellulare, verso la fermata della metropolitana Romolo, lungo viale Liguria all'altezza del civico 52. La giovane ha avuto la prontezza di  reagire al tentativo di violenza spingendo con forza il romeno che, sorpreso dalla reazione, si è fermato ed è scappato. A quel punto la 28enne si è accorta che nessuno accorreva per le sue urla e così ha deciso di inseguire il suo aggressore chiedendo aiuto ai passanti. Tre uomini, all'angolo con l'Alzaia Naviglio Pavese, sono riusciti a farlo inciampare e a bloccarlo fino all'arrivo della Polizia.

Ad assistere alla scena un tassista che ha chiamato la polizia: sono quindi accorse le volanti del commissariato Ticinese che hanno arrestato il romeno. Secondo quanto ricostruito dagli agenti l'uomo era anche ubriaco al momento del fatto. Interrogato, il 31enne ha confermato la versione raccontata dalla vittima, dicendo di aver visto una bella ragazza vestita di nero che camminava in viale Liguria, distratta perché' intenta ad usare il suo cellulare e di averla fermata. Nella versione della vittima l'uomo farneticava mentre tentava di palpeggiarla. La giovane, che non ha riportato ferite, è stata trasportata in stato di choc in ospedale.

Aessandro Morelli, capogruppo della Lega Nord a Palazzo Marino, ha annunciato che il Carroccio presenterà in Consiglio comunale "una proposta che promuova la castrazione chimica di questi farabutti che, oltre a meritare la galera, devono subire una punizione che protegga le loro potenziali vittime visto che la giustizia appare totalmente inefficace sia dal punto di vista della deterrenza che da quello che della condanna".