L’ingresso della palestra in viale Zara 9
L’ingresso della palestra in viale Zara 9

Milano, 31 ottobre 2018 - La palestra all’improvviso ha chiuso i battenti, dopo anni di attività in viale Zara 9. E i clienti sono rimasti beffati, con abbonamenti già sottoscritti e pagati per il nuovo anno che, ora, rischiano di trasformarsi in carta straccia. Una battaglia per ottenere la restituzione del denaro versato portata avanti da Federconsumatori Milano, che ha raccolto le segnalazioni di tanti milanesi infuriati.

Hanno sborsato somme che vanno da 350 fino a 500 euro, che comprendono la quota associativa e l’accesso alla struttura dove, oltre alle attività di sollevamento pesi, venivano organizzati corsi di ginnastica, arti marziali e danza per bambini e adulti a cura dell’Associazione Polisportiva Dilettantistica Tra Cielo e Terra. Il telefono della sede è staccato, e il sito internet dell’associazione non risulta più attivo. Una palestra molto frequentata e conosciuta nella zona, che sul web collezionava recensioni positive anche per l’ambiente “spartano” e informale, lontano dalle luci del fitness chic milanese. «Stiamo cercando di risalire ai responsabili dell’associazione e contattarli - spiega Carmelo Benenti, presidente di Federconsumatori Milano - perché sul tavolo ci sono migliaia di abbonamenti già pagati e una grossa somma da restituire. Ci stiamo dando da fare per aiutare i soci a recuperare il denaro». Per chi ha sottoscritto gli abbonamenti “a rate”, accedendo a un finanziamento attraverso un istituto di credito, la strada potrebbe essere più semplice: Federconsumatori si è appellata all’articolo 125 del Testo unico bancario, che regola i contratti, nel tentativo di ottenere un rimborso e ridurre i danni. Per chi ha versato la somma integrale al momento della firma la via rischia di essere in salita.

Dietro la chiusura improvvisa c’è anche un’operazione saltata. Era in programma infatti il passaggio della gestione della palestra in viale Zara 9 dall’associazione Tra Cielo e Terra a Moma Studios Village, un altro gruppo sportivo che avrebbe dovuto rilevare struttura e abbonamenti. Operazione che, però, è andata a monte. «La transazione non è andata a buon fine - si legge sulla pagina Facebook di Moma - a causa di un mancato punto di accordo tra Moma Studios e la proprietà dello stabile Immobiliare Jazzi Srl. Per qualsiasi informazione o dubbio rispetto alla tua iscrizione, abbonamento o altro, ti preghiamo di non rivolgerti a Moma Studios, ma alla stessa Tra Cielo e Terra». Peccato che Tra Cielo e Terra è «scomparsa», come emerge dai commenti degli utenti su Facebook. «Sono due settimane che mando mail - scrive Luciana C. - e neanche uno straccio di risposta». Cristina C. sintetizza il pensiero di tanti: «Cornuti, mazziati e truffati».