Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
21 mag 2022

Ortista, che passione Assegnate 40 nuove aree

Salgono a 514 gli appezzamenti curati soprattutto dagli over 60. Il sindaco Ferretti: "Possibilità che rende la nostra città ancora più green"

21 mag 2022
dimassimilano saggese
Cronaca
Il sindaco Gianni Ferretti davanti all’area dei nuovi orti, costo 200mila euro
Il sindaco Gianni Ferretti davanti all’area dei nuovi orti, costo 200mila euro
Il sindaco Gianni Ferretti davanti all’area dei nuovi orti, costo 200mila euro
Il sindaco Gianni Ferretti davanti all’area dei nuovi orti, costo 200mila euro
Il sindaco Gianni Ferretti davanti all’area dei nuovi orti, costo 200mila euro
Il sindaco Gianni Ferretti davanti all’area dei nuovi orti, costo 200mila euro

di Massimilano Saggese

L’ortista diventa l’attività principale degli over 60 a Rozzano. Fa bene alla salute e consente di risparmiare qualcosa. Sono 40 i nuovi orti che saranno assegnati nei prossimi giorni ai cittadini rozzanesi. Appezzamenti da 60 metri quadrati con capanno per attrezzi realizzati in via Milano. Si aggiungono a quelli realizzati e assegnati negli scorsi anni in via Ecologia, via Cooperazione, via Brenta e via Olona per un totale di 514 che fanno diventare Rozzano la città del sud Milano con maggiore numero di orti. Il costo dei lavori di realizzazione è stato di circa 200mila euro, un investimento che testimonia l’attenzione dell’amministrazione comunale sia per la sostenibilità ambientale che per finalità sociali.

"La possibilità di avere orti in un contesto urbano concorre a rendere la nostra città ancora più green – dichiara il sindaco Gianni Ferretti - gli orti sono un modo per riqualificare aree urbane e restituire ai cittadini pezzi di città, per migliorare la qualità della vita soprattutto delle persone anziane e per applicare i principi di un’economia sempre più sostenibile e circolare". Il vicesindaco e assessore alle politiche per la terza età, Cristina Perazzolo, sottolinea la funzione sociale degli orti come strumento per la promozione di un invecchiamento attivo e di tutela della salute che stimola l’attività fisica e la socialità.

"Gli orti comunali sono un’opportunità riservata alla popolazione anziana, con obiettivi ricreativi e terapeutici che favoriscono l’attività all’aria aperta, l’aggregazione, lo scambio generazionale e la trasmissione di conoscenze" - ha detto Cristina Perazzolo. I cittadini che hanno compiuto 60 anni ed oltre, e sono interessati a coltivare un orto possono partecipare al bando che il Comune pubblica periodicamente per stilare una graduatoria ed assegnare i terreni di volta in volta disponibili. I vantaggi di avere un orto sono tanti ma quel che è certo è che grazie agli orti comunali Rozzano rinnova la sua vocazione rurale e promuove una cultura del rispetto dei cicli della natura, anche in mezzo alla città. E in questi orti si coltiva di tutto: insalata, pomodori, fragole, alberi da frutta che consentono comunque un risparmio sulla spesa quotidiana. Ma soprattutto gli orti diventano centri di aggregazione dove gli anziani socializzano non solo in primavera o estate ma tutto l’anno perchè la passione per l’orto si vive ogni giorno.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?